Lun. Apr 19th, 2021

‘Trasferta’ nella Locride per candidato a governatore Calabria

Luigi De Magistris, a Riace, ha incontrato l’ex sindaco Mimmo Lucano che sostiene la sua candidatura a governatore della Calabria. Prosegue, quindi, la campagna elettorale del sindaco di Napoli in vista delle regionali di aprile. Nella cittadina della Locride, De Magistris c’era già stato nel 2018 quando ha sostenuto Lucano e il modello di accoglienza dei migranti travolto dall’inchiesta “Xenia”. Oggi Lucano è ancora sotto processo e De Magistris è sempre al suo fianco: “Grazie a Mimmo – sono state le parole del sindaco di Napoli – perché questa non è una comunità solo politica ma è una comunità di umanità e fratellanza, che è quel cemento che ci fa di stare insieme spontaneamente nelle lotte. Quando sono venuto io a Riace, l’ho fatto perché sentivo che Mimmo costruiva una comunità di solidarietà ma anche di giustizia sociale che non ha nulla a che fare con il giustizialismo”. “Credo che noi vinceremo. Lo annuso, lo sento. – conclude De Magistris – Penso che la gente ragiona. Non stanno tutti al guinzaglio. Libereremo pure quelle energie all’interno dei partiti che non vedono l’ora di essere liberate da un ceto politico che le opprime”. “Mi auguro che questo focolaio sia il più esteso possibile per vincere. La candidatura di De Magistris – ha detto Lucano – può essere un’opportunità per costruire quella sinistra che in Calabria è espressione del popolo. Immaginiamo un futuro possibile su questa terra”.

“Punterò molto sull’unità popolare. – ha detto De Magistris – Non mi appassiona tanto l’unità delle forze politiche. Non si vince se si fa come con la matematica e cioè uniamo i pezzi e si è più forti. Se unendo quei pezzi ti inserisci nel sistema, Luigi De Magistris non esiste. Per me quest’avventura è fatta di passione, di amore, di coraggio”. “Io sono uno di sinistra ma non mi appassiona troppo lo schema tradizionale. – ha aggiunto – Quindi uniamo quante più forze è possibile. Uniamo le persone che vogliono veramente il cambiamento. Voglio accanto a me gente credibile. La Calabria ha tutto: può diventare un laboratorio politico, un laboratorio di autonomia. Deve diventare soprattutto un’esperienza che con il diritto si governa e con il diritto si può fare pure la rivoluzione. Liberiamo energie, facciamolo insieme. Poi possiamo anche perdere. Che Guevara mi ha insegnato che se non lotti non saprai mai se vinci”. “Io ho lottato tre volte, non ho mai fatto il nominato e ci ho messo sempre la faccia. In Calabria, come pm, ho perso perché mi hanno fermato. Ma non si sono perso, mi sono rialzato e sto qui perché penso che insieme a voi si può vincere. È un sogno? Si. È una visione? Si. È un’utopia? No, secondo me ce la possiamo fare. Se altri, che fanno parte di altre formazioni politiche, vogliono venire insieme a noi devono dimostrare di essere coincidenti con questo progetto. Anche a Napoli abbiamo provato a dimostrare che si può governare stando fuori dal sistema”, ha concluso De Magistris.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.