Ven. Mar 5th, 2021

Monitoraggio Ministero settimana 6-12 gennaio,valori rientrati

Continua, anche nella settimana dal 6 al 12 gennaio, il calo della mortalità da Covid che si era iniziato a rilevare dalla seconda metà del mese di dicembre. Un andamento evidenziato in tutte le fasce d’età, tranne quella tra i 75 e 84 anni al centro-sud. L’andamento stagionale della mortalità è così tornato in linea con i valori di riferimento, come evidenzia l’ultimo rapporto del Sistema rapido di sorveglianza della mortalita’ giornaliera (Sismg) del ministero della Salute, che include i dati di 33 città italiane aggiornati al 12 gennaio. Il forte incremento della mortalità osservata nella prima fase dell’epidemia è stato seguito da una riduzione che ha riportato la mortalità in linea con i valori di riferimento a fine maggio. Un secondo incremento si è avuto dalla seconda metà di ottobre, poi rientrato nelle soglie di riferimento a fine dicembre. I dati mensili confermano l’eccesso maggiore di mortalità nelle città del nord (+74% a novembre e +40% a dicembre), rispetto a quelle del centro-sud (+51% a novembre e +24% a dicembre). Il confronto della variazione mensile (di dicembre su novembre ndr) della mortalità tra le città, mostra l’incremento maggiore al nord a Trento (+131%) e Verona (+138%), e al centro-sud a Bari (+41%) e Catania (+46%). Il calo della mortalità tra il 6 e 12 gennaio si è osservato nella maggior parte delle città, e la mortalità è stata inferiore all’atteso a Milano, Torino, Firenze, Napoli e Palermo.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.