Mer. Apr 14th, 2021

 “Partendo da un articolo inchiesta del giornale on-line Il Dispaccio, che di certo non ha mai risparmiato critiche e analisi dure verso il nostro partito, va dato atto alla sua redazione del lavoro quotidiano di denuncia giornalistica, che riguarda non solo vicende giudiziarie ma anche dinamiche politico-amministrative poco chiare in riva allo Stretto. Si tratta di un episodio che riguarda l’assegnazione di alloggi popolari, la cui graduatoria definitiva pubblicata il 22 dicembre 2020, ha fatto registrare numerosi ricorsi. Il Dispaccio, evidenzia come tra le (poche) domande ritenute ammissibili dalla commissione valutante, ci sia anche quella di un candidato alle elezioni comunali in quota PD. E proprio tra i ricorsi avanzati, sembrerebbe ci sia anche chi ha messo in dubbio l’attendibilità dei punteggi ottenuti da alcuni dei beneficiari, tra cui l’esponente del Partito Democratico. Secondo quanto riporta l’articolo, i suddetti interrogativi ‘avrebbero spinto la Procura a vederci chiaro, con l’apertura di un’indagine mirata a far luce sulla vicenda’. Dunque, ad oggi, nell’attesa dei suoi sviluppi, nessuna presa di posizione da parte di FDI, ma in un periodo non certo brillante per la democrazia reggina, dopo l’indagine sui brogli elettorali e dopo la forzatura sulla celebrazione delle elezioni metropolitane (contro anche il parere del Comitato nazionale tecnico scientifico e soprattutto, dopo il rinvio delle elezioni regionali) sarebbe opportuno che Falcomatà facesse chiarezza, proprio con l’auspicio che possa sanare ogni dubbio su procedure e valutazioni – come quelle dell’assegnazione di alloggi popolari – che dovrebbero ergersi nell’esclusivo interesse dei reali e più imponenti bisogni delle famiglie della città”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.