Ven. Apr 16th, 2021

Egregi componenti della commissione straordinaria facenti funzioni presso il comune di Siderno,

innanzitutto consentitemi da cittadino ancor prima che da giovane impegnato nel sociale di porgerVi i miei più sinceri ringraziamenti per la sensibilità che ancora una volta le S.V.  hanno dimostrato nei confronti della città, questa volta in merito al bando “Fermenti in comune”, in risposta al quale, grazie alla possibilità che Voi avete concesso a tutti i giovani di Siderno, insieme ad un gruppo di ragazzi volenterosi ed associazioni operanti sul territorio cittadino, lo scorso 8 gennaio abbiamo inviato una bozza progettuale al settore comunale preposto entro i termini indicateci dall’ente che Voi oggi rappresentare, adesso non ci resta che attendere l’invio da parte del comune di tutta la documentazione all’ANCI e successivamente il responso che ci auguriamo sia positivo.

Come avrete avuto modo di constatare in questi anni, Siderno è una cittadina afflitta da molteplici problematiche che purtroppo negli ultimi periodi ne hanno bloccato la crescita economico-sociale. Indipendentemente dal grande problema dovuto all’assenza di un’amministrazione ordinaria, continuativa e democraticamente eletta, il vero dramma che oggi affligge la città è la mancanza di risorse economiche per poter garantire i servizi essenziali in particolare alle fasce già deboli di loro ed ulteriormente indebolite dalla situazione che si è venuta a creare a seguito  del covid 19.

Questa è ovviamente una situazione assurda senza nessun colpevole, verso la quale tuttavia si deve necessariamente rispondere con un’ampia progettazione sociale capace d’immaginare risposte concrete da dare alle fasce più deboli per aiutarle a recuperare il terreno perso.

A tal proposito il nostro, che nonostante tutti i suoi difetti è un grande Paese, con tutte le sue forze sta cercando di dare, in particolare ai comuni degli strumenti per rispondere alle problematiche sociali che nel 2020 si sono ingigantite.

Purtroppo a pagare il prezzo più caro sono stati i bambini ed i ragazzi dai 3 ai 17 anni che hanno perso negli ultimi 12 mesi tutte le possibilità di socialità che normalmente hanno. 

Per cercare di rispondere a queste problematiche e soprattutto cercare di restituire alle fasce sociali più colpite un tenore di vita normale la Presidenza del Consiglio dei Ministri tramite il Dipartimento per le politiche della famiglia ha emanato un bando rivolto ai Comuni chiamato “Educare in comune” con scadenza per la presentazione delle proposte progettuali 1 Marzo 2021, in questo caso possono essere presentate delle proposte progettuali che vadano da un minimo di 50.000 euro sino ad un massimo di 350.000.

Su tre direttrici diverse:

  1. Famiglia come risorsa;
  2. Relazione ed inclusione;
  3. Cultura, arte e ambiente;

Sicuro del fatto che se Voi come rappresentanti dello Stato ce ne darete la possibilità noi come giovani di Siderno risponderemo come sempre al meglio delle nostre possibilità per stilare una proposta progettuale.

Oggi Vi scrivo di nuovo per chiederVi di prendere in seria considerazione la possibilità di far partecipare il nostro comune anche in questo bando.

Anche questa opportunità potrebbe essere importante per il futuro della città ed in particolare per aiutare i nostri bambini e ragazzi di riappropriarsi della loro vita operando per far crescere il territorio.

Come sempre rimango a completa disposizione dell’ente anche solo per un costruttivo confronto volto alla presentazione di una proposta progettuale.

Sicuro di un Vostro fattivo e sincero coinvolgimento in quanto Voi oggi a Siderno rappresentate lo Stato, colgo l’occasione per ringraziarvi anticipatamente per l’impegno e l’attenzione che sono sicuro presterete anche in questa occasione.

Vi allego inoltre bando e formulari.

 

Siderno 10-01-2020                                                                                                F.to Francesco Gentile

 

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.