Dom. Gen 24th, 2021

Potrebbero svolgersi in un “election day” l’11 aprile

La data dell’11 aprile, che ormai sembra quella più attendibile per il voto delle elezioni regionali della Calabria dopo il rinvio accettato anche dal presidente facente funzioni Antonio Spirlì, potrebbe a questo punto essere anche quella delle amministrative di Siderno. Almeno questa è l’ipotesi più attendibile e logica, sulla base dei dettami contenuti nel Dpcm con il quale furono a suo tempo rinviate (o meglio annullate) le elezioni in precedenza fissate per il 22 e 23 novembre 2019. Con quel decreto, il cosiddetto “Ristori” fu indicata una possibile nuova data da stabilirsi entro il 31 marzo 2021 «mediante l’integrale rinnovo del procedimento di presentazione di tutte le liste e candidature a sindaco e a consigliere comunale». Quindi, visto che le elezioni regionali, che pure erano state indicate dallo stesso governatore Spirlì per il 14 febbraio, sono state rinviate causa pandemia che ancora insiste nel nostro Paese pare scontato che anche quelle del Comune di Siderno e degli altri tre comuni calabresi interessati al voto, ovvero Delianuova, nel Reggino, e Casabona e Crucoli (Crotone), saranno interessate da questo rinvio e, probabilmente, si svolgeranno nella stessa data dell’11 aprile. Anche perché sarebbe inopportuno oltre che sbagliato chiamare i cittadini dei quattro Comuni al voto due volte in un lasso di tempo relativamente breve. Per non parlare dei pericoli del virus.

È bene, comunque, precisare che siamo sempre nel campo delle ipotesi, perché con quello che sta accadendo in questo momento nel nostro Paese e non solo è possibile tutto e il contrario di tutto. Giova ricordare che il Comune di Siderno sarebbe dovuto andare al voto già a settembre, visto che il periodo di commissariamento era abbondantemente scaduto. Poi, però, per effetto di un problema burocratico legato a disposizioni legislative sullo scioglimento dei Comuni per infiltrazioni mafiose le elezioni furono rinviate e fissate al 22 e 23 novembre. Quando, però, tutto era ormai pronto per le elezioni con candidati a sindaco (5) e liste (12) già presentate e ben 190 candidati a consigliere comunale ai nastri di partenza, arrivò la doccia fredda con il citato rinvio delle elezioni e il grande disappunto delle forze politiche e dei cittadini di Siderno. Di nuova data di elezioni non si era ancora parlato ma adesso che sembra si sia sciolta la riserva sulle elezioni regionali è lecito anche attendersi che la stessa data, l’11 aprile, valga per le amministrative dei 4 comuni calabresi.

ARISTIDE BAVA

SERVIZIO DI NICODEMO BARILLARO

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.