Lun. Apr 19th, 2021

Dati ancor più allarmanti se si pensa che è stato un periodo di quasi soli giorni “rossi”

Durante il periodo festivo sono aumentati sensibilmente i casi Covid accertati con tampone molecolare in isolamento. Sono infatti passati dai 61 dell’ultimo bollettino diffuso dal Comune, risalente al 21 dicembre, ai 92 di cui dà notizia l’ultimo, datato 4 gennaio. L’incremento è stato di ben 31 casi e non è cosa da sottovalutare. In atto i ricoverati in strutture ospedaliere sono due mentre si registra anche un aumento di 10 unità dei casi probabili con tampone rapido in isolamento che da 5 passano a 15. Ci sono, poi 118 contatti stretti di casi Covid in quarantena, con un aumento di 26 unità, e 8 contati stretti di casi probabili in quarantena. L’ultimo bollettino segnala anche 183 casi covid negativizzati con una diminuzione di 15 unità. È chiaro che, senza voler creare alcun allarmismo, questi dati invitano a riflettere anche perché è giusto ricordare che riguardano un periodo in gran parte di “zona rossa” e quindi con poche possibilità di movimento. Pur tuttavia c’è stato un incremento notevole, così come d’altra parte è segnalato anche in altri Comuni del comprensorio. Bisogna, quindi, adottare tutte le misure necessarie per evitare ulteriore diffusione del contagio a cominciare dall’uso assolutamente necessario delle mascherine, un obbligo che non sempre, soprattutto tra i giovani, è rispettato.

Intanto c’è da aggiungere, a proposito del sensibile aumento dei contagi in alcuni comuni della Locride, che in occasione dell’ultima assemblea, i primi cittadini si sono soffermati sull’opportunità o meno della riapertura delle scuole “in presenza” evitando di prendere, però, decisioni unanime, in attesa delle decisioni del Governo che, come è noto, ha deciso lunedì sera, di far slittare la riapertura delle superiori all’11 gennaio. Ci sono, però, alcuni Comuni – Locri in primis – che non sembrano disposti ad osservare questa data proprio per tema di possibili incrementi dei contagi. Per non parlare delle scuole superiori , che nella Locride sono accentrate in pochi comuni ( Bovalino, Locri, Siderno, Marina di Gioiosa e Roccella ). Non è da escludere, dunque, che siano delle misure straordinarie; ma questo probabilmente dipenderà dall’andamento della pandemia sul territorio nel corso di questa settimana.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.