Lun. Apr 19th, 2021

Il sindaco: «Sono scesi a 115, chiederò la fine della zona rossa»

Il sindaco di San Luca, onde evitare che siano diffuse notizie inesatte e fuorvianti sulle piattaforme social riguardanti il numero dei cittadini positivi al Covid 19, creando così allarme sociale, informa la cittadinanza che alla giornata di ier, 4 febbraio 2021, «risultano agli atti di questo ente e in base alle comunicazioni ricevute da parte delle autorità provinciali competenti, 114 cittadini positivi al Covid 19. Pertanto visto il decremento graduale dei contagiati, si chiederà alla Regione Calabria la revoca a breve del riconoscimento di zona rossa del nostro comune».

È quanto di legge nella nota diramata ieri dal sindaco Bruno Bartolo, a proposito della situazione dei positivi al Covid 19. Una precisazione doverosa, con la quale il primo cittadino del paese aspromontano ha voluto tranquillizzare tutti i cittadini allarmati da un post apparso su una pagina Face Book, e fatto girare anche tramite Whatsapp, sulla quale era scritto che il numero dei positivi al Covid-19 a San Luca sarebbe salito addirittura a 1.200.

Un “fake” che aveva fatto subito il giro dei social, al punto che alcuni cittadini di San Luca, molto preoccupati, avevano preso d’assalto il centralino del Comune nel tentativo di capire quanta verità ci fosse nel post, attribuito a una signora della quale però non sono state rese pubbliche le generalità.

Come ha invece spiegato tempestivamente il sindaco, si tratta di una notizia falsa, perché chi ha pubblicato l’annuncio sui social, ha confuso il numero di protocollo 1200, relativo all’ordinanza sull’applicazione delle misure dell’isolamento obbligatorio ai sensi della disposizione del Ministero della Salute, con il reale numero dei positivi.

Tutto sembra invece sotto controllo, e i positivi che poco meno di una settimana fa erano circa 158 sono scesi a 114. E secondo il sindaco, che insieme alla stazione della caserma dei carabinieri sta monitorando la situazione, dovrebbero ancora a scendere, visto il comportamento corretto tenuto dai cittadini in questi ultimi giorni. Un motivo in più per chiedere la revoca della “zona rossa” che scade domani ed era stata istituita con ordinanza del Presidente della Regione Calabria Antonino Spirlì, dal 16 al 30 gennaio, poi prorogata di un’altra settimana.

fonte gazzetta del sud

SERVIZIO DI NICODEMO BARILLARO

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.