Dom. Apr 18th, 2021

La Calabria è una regione che vanta ben 780 km di costa bagnata dal Mare Ionio e dal Mar Tirreno. Le spiagge calabresi colpiscono i visitatori per la limpidezza delle acque e per le distese di sabbia bianca sui quali si innestano sfondi rocciosi che danno vita ad un panorama naturale piacevolmente variegato. Purtoppo la bellezza dei luoghi viene spesso deturpata dall’azione irresponsabile dell’uomo che inquina l’ambiente abbandonando in spiaggia rifiuti di ogni genere a bassa biodegradabilità come: plastica, vetro e dal 2020 anche le famose mascherine chirurgiche adoperate per arginare la diffusione del coronavirus. I rifiuti più comuni in cui ci si imbatte durante una passeggiata al mare sono quelli prodotti dai fumatori, che inquinano il litorale gettando a terra i mozziconi di sigarette. Normalmente questi rifiuti andrebbero gettati in appositi cestini di cui però alcune spiagge sono purtroppo sprovviste. Nel nord Europa il problema dell’inquinamento da sigaretta è stato risolto con l’uso delle pratiche bustine di nicotina chiamate nicotine pouches. Queste bustine, da posizionare sulla parte superiore della gengiva, sono molto piccole, discrtete e sicuramente poco inquinanti.  In Italia il prodotto non è ancora disponibile nelle tabaccherie ma il fumatore interessato a provare le bustine le potrà ordinare comodamente online su un sito che effettua spedizioni anche nel nostro Paese. Le nicotine pouches sono aromatizzate con agrumi, liquirizia e altri frutti che, a differenza della tradizionale sigaretta, garantiscono a chi le utilizza un alito sempre fresco, a prova di colloquio ravvicinato. La nicotina in busta non inquina l’ambiente perchè il fenomeno di combustione è praticamente inesistente, inoltre ogni confezione è dotata di un apposito spazio per depositare la quantità di prodotto già sfruttata. Il fumatore che vuole contribuire sia al suo benessere sia al benessere dell’ambiente circostante potrà provare a smettere di fumare non solo utilizzando le sigarette elettroniche, disponibili ormai da anni nelle rivendite autorizzate, ma anche utilizzando la nuova nicotina in bustina che arriva dalla Svezia, nazione evoluta e considerata da sempre la patria del fumo. I centri storici delle città italiane, con gli annessi giardinetti pubblici, sono insieme alle spiagge i luoghi più colpiti dai rifiuti gettati per terra dai fumatori ma la situazione è destinata a subire molto presto un’importante svolta grazie al divieto di fumare presso gli spazi pubblici. Il divieto non rappresenta una novità assoluta, infatti è già attivo da diverso tempo in diverse città europee.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.