Dom. Apr 18th, 2021

“Qualora mi venisse chiesto di poter essere onorato di guidare questo processo, farei le mie valutazioni e non mi tirerei indietro. Ma sono convinto che ci siano uomini e donne che possano guidare questo processo meglio di me”. A dirlo, intervenendo ad “A tu per tu – Oltre la notizia”, il format de Il Reggino.it, è Francesco Cannizzaro, deputato di Forza Italia nel collegio di Gioia Tauro (Rc), a proposito della candidatura a governatore della Calabria nelle elezioni regionali fissate per l’11 aprile. “Credo che prima di me ci siano tante donne e uomini capaci di guidare un nuovo processo – spiega Cannizzaro -, sono un uomo di squadra e ho sempre dato la mia disponibilità a Silvio Berlusconi per le attività di partito e per le campagne elettorali. Non c’è una rosa di noi su cui valutare. Ci sono delle valutazioni che il presidente Berlusconi in primis e la classe dirigente nazionale poi stanno facendo”.

Quanto al fatto che il candidato alla presidenza debba spettare a Fi, Cannizzaro sottolinea: “Oggi dico di sì, perché nella divisione delle Regioni è toccato a Forza Italia”. Lo stesso deputato poi evidenzia: “Credo sia prematuro poter definire se la coalizione rimanga o meno invariata. Siamo coesi come tre partiti, sebbene la crisi di governo potrà avere delle ripercussioni”. E sull’ipotesi, dunque, che Fratelli d’Italia possa smarcarsi per appoggiare la candidatura della deputata Wanda Ferro, Cannizzaro chiosa: “In politica può succedere di tutto e quindi anche che il centrodestra si spacchi (…). Sono convinto che il centrodestra rimanga invariato e che il candidato migliore sarà indicato da Forza Italia. Come classe dirigente regionale e nazionale abbiamo chiesto che sia una espressione più possibile del territorio e che abbia una visione nazionale. Forza Italia gode di una classe dirigente ampia”.

(Lro/Adnkronos)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.