Gio. Dic 9th, 2021

‘Intesa con de Magistris perché è tempo del gioco di squadra’

“Questo è il tempo di far gioco di squadra; mettere al bando i personalismi; salire tutti sulla stessa barca e remare in un’unica direzione. Lo dovremo fare per il bene della Calabria e il futuro delle giovani generazioni. Ed è il motivo per cui ho deciso di fare un passo di lato, concordando con Luigi de Magistris un efficace programma improntato su un radicale rinnovamento che ci condurrà dritti alla vittoria”. Lo afferma Carlo Tansi in una lettera aperta ai suoi sostenitori all’indomani dell’annuncio dell’accordo con il sindaco di Napoli che sarà il candidato alla presidenza della Regione sostenuto dalle liste di Tansi. “Un progetto – afferma Tansi – di cui saranno protagonisti due attori principali. Una solidarietà di cui ha bisogno la regione nell’attuale delicatissima fase storica. Un momento così particolare in cui per cambiare davvero non basta un presidente, ne servono due e nel pieno delle rispettive funzioni. Uno a capo della Giunta, a cui spettano le decisioni sulle azioni amministrative e tecniche da intraprendere, e un altro alla guida del Consiglio. Ecco, quest’ultimo potrei essere io, dedicandomi a tale stimolante lavoro con la passione che anima il mio agire da sempre. Un modo per ricoprire un ruolo chiave ma che purtroppo, sin da quando esiste l’importante ente, è stato utilizzato alla stregua di un mero e vile esercizio di potere. “L’accordo tra noi e Luigi – prosegue – nasce quindi sul presupposto che il piano di autentico cambiamento condiviso dovrà essere concretamente attuato: da un lato sul piano della gestione amministrativa e tecnica, ma dall’altro soprattutto sulla scorta di una intensa attività di riforme legislative di competenza del Consiglio. Ragion per cui, le due cariche di presidente della Giunta e del Consiglio avranno, nelle rispettive competenze, pari rilievo e dignità istituzionale. L’attività dell’assemblea dovrà ad esempio essere mirata ad annullare le centinaia di leggi inutili, spesso scritte ad personam per favorire gli amici e gli ‘amici degli amici’ del vecchio e corrotto sistema politico e ad approvare le norme riformatrici dei settori critici tra cui: un piano sanitario regionale che metta in giusto rilievo l’offerta pubblica; una legge quadro sul lavoro; una legge quadro sull’organizzazione burocratica e la trasparenza; una revisione della legge elettorale; una revisione organica delle norme di gestione del territorio, dell’ambiente e dei collegamenti; l’acqua pubblica, come prevedono le leggi nazionali. Senza una concreta ed efficace attività legislativa, del resto, l’attività tecnico-amministrativa della Giunta sarebbe destinata a segnare il passo, com’è peraltro accaduto anche nella gestione Oliverio & co”. “Un’esperienza di governo – afferma Tansi – in cui l’attività del Consiglio, presieduto da quel Nicola Irto candidato proprio oggi dal Pd a correre per la carica di governatore, è di fatto stata indefinita e in particolare subalterna agli interessi della casta politico-burocratica che da anni blocca la Regione. Al di là di tutto, però, al fine di attuare il nostro articolato programma è necessario un deciso taglio con il passato e in particolare con il Put, Partito Unico della Torta, formato dai soggetti politici di destra e di sinistra che hanno ridotto la nostra meravigliosa Terra ricca di potenzialità a essere la cenerentola d’Europa. Noi, pertanto, non sottoscriveremo alcun patto con il Pd e i suoi esponenti, prestanome e portaborse, pur confidando profondamente nell’elettorato Democratico che non merita dirigenti, parlamentari e consiglieri regionali uscenti, tanto insulsi, inconcludenti e irresponsabili. In questo stesso frangente, guardiamo invece con estremo interesse alla base del M5s straripante di energia che chiede un concreto cambiamento e, sono convinto, porterà a una proficua intesa del movimento pentastellato con la costituenda forza targata Tansi-de Magistris”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.