Sab. Apr 17th, 2021

I carabinieri forestale hanno denunciato a Brognaturo il titolare di un’impresa boschiva e il responsabile di cantiere con l’accusa di truffa, furto, invasione di proprietà e danneggiamento.
I due, secondo quanto accertato dai militari, a seguito dell’acquisto di un lotto boschivo di ceduo di castagno con presenza di piante di roverella e ciliegio selvatico, avrebbero sconfinato nelle particelle limitrofe, prive di autorizzazione al taglio e non ricomprese nel contratto di compravendita.

 

Il documento, sarebbe risultato contraffatto perché riportante firme in calce falsificate e particelle non indicate nell’atto originale ad un prezzo di acquisto ribassato rispetto a quello realmente corrisposto con conseguente elusione fiscale sull’imposta di registro.
Il danno economico per i proprietari del bosco è stato quantificato, in circa 13 mila euro.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.