Lun. Apr 19th, 2021

I due soggetti sono ritenuti responsabili in concorso dei reati di esercizio abusivo della professione e smaltimento di rifiuti sanitari pericolosi

Facevano tamponi senza l’autorizzazione: per questo motivo sono stati denunciati dalla polizia un medico e infermiere.

Sono stati gli Agenti della Sottosezione Autostradale di Reggio Calabria nord a denunciare alla Procura della Repubblica due uomini, ritenuti responsabili in concorso dei reati di esercizio abusivo della professione e smaltimento di rifiuti sanitari pericolosi.

I due uomini, impiegati rispettivamente come medico ed infermiere presso una struttura sanitaria accreditata, sono accusati di aver sottoposto svariate persone a tampone nasofaringeo, senza essere in possesso della necessaria autorizzazione per svolgere tale mansione, utilizzando tamponi acquistati privatamente.

ilreggino

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.