Mar. Apr 20th, 2021

A poche ore dal giuramento, i ministri del governo guidato da Mario Draghi iniziano a scegliere i loro staff.
Daniele Franco, neo ministro dell’Economia, ha deciso di richiamare a via XX settembre nel ruolo strategico di capo di gabinetto Giuseppe Chiné. Per oltre quindici anni magistrato amministrativo e, ancor prima, magistrato ordinario. Dal 2011 al 2013, ha guidato l’Ufficio legislativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze e, dal 2009 al 2010, quello del Ministero per la Semplificazione Normativa. Ha ricoperto il ruolo di capo di gabinetto con il ministro dell’istruzione Marco Bussetti nel primo governo Conte. Il dottore Giuseppe Chinè é calabrese di Bovalino (RC). E’ figlio del Dirigente scolastico Bruno Chinè, noto uomo di cultura della Locride e dell’ Insegnante Edvige Giurato e viene annualmente a Bovalino, dove stanno i suoi genitori e conta molti amici, a passare le ferie estive. Compirà 53 anni il prossimo mese di agosto .  Chiné si è laureato in Giurisprudenza alla “ Luiss” con il massimo dei voti. Il Ministro Daniele Franco  lo ha voluto al suo dicastero per la sua notevole esperienza e per la sua preparazione doti che saranno essenziali per affrontare con rapidità e competenza i temi e le urgenze dell’ importante Ministero. È sposato con Maria Grazia Mediati, anche lei calabrese ( di Locri) ed ha due figli.

È un reggino il capo di gabinetto del nuovo ministro dell’Economia Daniele Franco Si tratta del magistrato consigliere di Stato Giuseppe Chinè, di Bovalino.Giuseppe Chinè ha forti radici calabresi ed è una delle migliori eccellenze della nostra terra. È figlio del preside Bruno Chinè, noto scrittore e uomo di cultura della Locride e della signora Edvige Giurato. Ama la sua terra dove appena può passa le sue vacanze. Giovanissimo, deve ancora compiere 53 anni, è stato capo di gabinetto del ministero dell’Istruzione nel primo governo Conte e capo di gabinetto del ministero della Salute durante la precedente legislatura, e vanta una lunga e importante carriera professionale.Per oltre quindici anni è stato magistrato amministrativo e, ancor prima, magistrato ordinario. Dal 2011 al 2013, ha guidato l’Ufficio legislativo del ministero dell’Economia e delle finanze e, dal 2009 al 2010, quello del ministero della Semplificazione normativa.Chiné si è laureato in Giurisprudenza, a soli 22 anni, alla “Luiss” di Roma con il massimo dei voti e lode. È commendatore al merito della Repubblica Italiana. Nel dicembre 2019, dopo le dimissioni di Giuseppe Pecoraro, è stato nominato anche responsabile della Procura generale della Figc. Franco lo ha voluto al suo dicastero per la sua notevole esperienza e per la sua preparazione, doti che saranno essenziali per affrontare con rapidità e competenza i temi e le urgenze dell’importante Ministero.Il dott. Chinè è sposato con Maria Grazia Mediati, anche lei calabrese, di Locri, ed ha due figli, Adele e Bruno, di 19 anni e 18 anni. Un bell’esempio per i giovani del Sud e di questo lembo di terra.

In bocca al lupo al dottore Chinè per il prestigioso incarico.

SERVIZIO DI GIUSEPPE MAZZAFERRO
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.