Mer. Apr 21st, 2021

C’è il prezioso “tocco” di Fabio Ilacqua dietro il nuovo album di una delle più importanti artiste italiane, Ornella Vanoni,  che si intitola Unica, prodotto da un altro grande nome, Mauro Pagani. Ilacqua è l’arrangiatore del disco e ha anche scritto cinque brani: Specialmente quando ridi, Nuda sull’erba, Isole viaggianti, Tu/Me (un duetto di Vanoni con la comica Virginia Raffaele) e La mia parte, dove Ilacqua torna anche nelle vesti di cantante duettando con Ornella. Di padre originario di Salice (Me) e madre di Grotteria (Rc) , Fabio Ilacqua è un uomo “bucolico”, profondamente acculturato e lontano anni luce dalla cultura dei millennials.

 

«È stata un’esperienza molto intensa dalla quale è sfociata un’amicizia basata sulla stima reciproca. Prima delle registrazioni alle storiche Officine Meccaniche di Milano – racconta Fabio a prealpina.it -, Ornella è venuta a trovarmi in diverse occasioni. Abbiamo ascoltato i brani e ragionato sui testi, sui quali Ornella ha focalizzato molto la sua attenzione, con mio grande piacere, dimostrando un grande senso di responsabilità e rispetto nei confronti del suo pubblico. Per lei – sottolinea – è molto importante che il testo la rappresenti e che non sia semplicemente una banale sequela di belle frasi ad effetto, atteggiamento in netta controtendenza rispetto all’attuale mondo della discografia dove l’unico fine sembra essere quello di intrattenere e non far pensare chi ascolta».

Ilacqua racconta che Vanoni è una «donna coraggiosa che si è messa in gioco con brani tecnicamente complessi. Dietro la sua attenzione c’è un lungo percorso fatto di letture ed esperienze preziose. Credo che Ornella sia unica nel panorama musicale italiano e forse non solo nostrano. Ho cercato di tessere gli arrangiamenti dell’album sulla sua particolare qualità timbrica, mai sguaiata e sempre molto intima».

«Ecco – prosegue Fabio – credo che Ornella abbia un altissimo tasso di credibilità e questo le viene dal fatto che ha vissuto davvero e conosce perfettamente l’importanza della parola, della comunicazione». Ilacqua sottolinea inoltre un altro importante aspetto caratteriale dell’artista: «La sua autoironia, la capacità di non prendersi mai troppo sul serio, e l’umiltà nel chiedermi di affiancarla durante tutte le registrazioni vocali».

Sul duetto Ilacqua racconta: «La mia parte è una canzone che ho scritto dopo le nostre chiacchierate. La sua vita è così piena di aneddoti che si potrebbero riempire migliaia di pagine. Il fatto che mi abbia chiesto di arrangiare il suo album è per me un dato quasi irreale. Una delle esperienze più importanti della mia vita».

fonte e foto: www.prealpina.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.