Sab. Apr 17th, 2021

Era stato rinviato a giudizio per il reato di resistenza a pubblico ufficiale ma è stato ritenuto non imputabile perché persona con disabilità psichica. È quanto deciso nei giorni scorsi dal giudice monocratico del Tribunale di Messina nei confronti del 44enne L.A., di Siderno, imputato per aver usato violenza nei confronti di due controllori in servizio all’Atm (la municipalizzata dei trasporti) di Messina, uno dei quali ha subito un “trauma contusivo piramide nasale e facciale dx”, giudicato guaribile in 7 giorni. Il fatto è accaduto nell’agosto del 2018 a Messina, quando il personale dell’Atm chiede l’intervento della Polizia municipale che identificò in L.A. la persona che aveva aggredito i due controlloriche gli avevano contestato di non aver vidimato due biglietti dell’autobus. L’avv. Vincenzo Gerasolo ha rappresentato al giudice le condizioni psichiche in cui versa il proprio assistito, peraltro debitamente certificate da relazione medica. Di conseguenza il magistrato ha ritenuto l’uomo non imputabile, applicando però la misura di sicurezza della libertà vigilata con prescrizione di ricoverarsi in una struttura terapeutica. (r.m.)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.