Dom. Apr 11th, 2021

Recovery fund. Quali reali interventi per la Calabria?” è stato il tema del webinar organizzato dal Circolo del Partito Democratico di Siderno, durante il quale sono intervenuti Mariateresa Fragomeni, candidato Sindaco di Siderno, Sebi Romeo, Dirigente regionale del PD, Nicola Irto, Vicepresidente del Consiglio Regionale della Calabria, Pietro Tropiano, Esperto di finanza agevolata, con le conclusioni del Commissario Regionale del PD, Stefano Graziano.

Ha introdotto i lavori Giusy Massara, segretaria cittadina del Partito Democratico di Siderno, la quale dopo aver portato i saluti del Circolo, ha annunciato che l’incontro vuole essere il primo di una serie di eventi tematici su questioni che meritano approfondimenti specifici, come appunto il Recovery Fund che rappresenta occasione cruciale di rilancio e di riscatto soprattutto per il Sud.

Ha delineato i fini e le potenzialità di detto strumento Mariateresa Fragomeni, evidenziando che le linee della Commissione Europea, nella prima bozza del Piano del precedente governo, sono state disattese nonostante la maggior parte dei fondi sia proprio destinata al sud onde colmare il gap strutturale. Occorre quindi che la classe politica meridionale pretenda che il piano venga rivisto nell’ottica di garantire quei fondi alle destinazioni per cui l’Europa li ha previsti, infrastrutture, alta velocità, politiche giovanili e di genere, riqualificazione della Pubblica Amministrazione dacché solo in tal modo v’è la certezza di poter finalmente rimettere in corsa la ripresa del meridione e della Calabria.

Diretto e specifico l’intervento di Sebi Romeo che ha evidenziato la necessità di una classe dirigente in Calabria che sappia interloquire con il Governo, che sia capace di formulare proposte accoglibili di investimenti che si rivolgano alle nuove generazioni, che vertano sulla sanità, istruzione, pubblica amministrazione ed infrastrutture e che rientrino nelle linee del piano. Opportuna quindi una visione di next generation che parta proprio dai calabresi e dal Partito Democratico che ha avuto un ruolo fondamentale nel portare, col Recovery, un risultato così significativo dall’Europa.

Nicola Irto non ha mancato di evidenziare che prendere in mano uno strumento importante come il Recovery Fund impone necessariamente un governo regionale che conosca i calabresi ed i suoi problemi, che sappia aprire ad una stagione di riforme, mettendo in campo impegno, capacità di programmare e soprattutto di attuare, adoperandosi per l’innovazione generazionale, per un grande piano assunzionale che garantisca alle amministrazioni pubbliche di essere competitive sulla capacità di progettare. Tutto questo lavoro non può certo essere assunto da chi non ha realmente a cuore il destino della Calabria.

Tecnico e dettagliato il contributo di Pietro Tropiano il quale non ha mancato di evidenziare che il piano, pur non dedicando le dovute attenzioni al sud, segue tre direttrici principali: la digitalizzazione e innovazione, la transizione ecologica e l’inclusione sociale nonché tre priorità trasversali da raggiungere che sono la parità di genere, i giovani ed il sud ed il riequilibrio territoriale. Il punto cruciale, tuttavia, evidenziato al pari dei precedenti relatori, è che la macchina amministrativa è assolutamente deficitaria e non è al momento in grado di saper gestire uno strumento così importante. Necessaria quindi la riqualificazione professionale dentro le pubbliche amministrazioni.

Ha concluso i lavori l’On.le Stefano Graziano il quale ha auspicato che il prossimo Governo Draghi possa apportare le dovute revisioni al Recovery Plan con l’impegno di portare avanti con convinzione e determinazione un impegno alternativo e competente rispetto ad un populismo spinto oltremisura da chi vede nella Calabria solo occasione per occupare poltrone.

Di rilievo, in merito alle vicende politiche sidernesi, che il Commissario Graziano abbia evidenziato vicinanza alla situazione di stallo elettorale che sta vivendo Siderno e, nel porgere un grosso in bocca al lupo alla candidata Sindaco del Pd, Mariateresa Fragomeni, si è assunto l’impegno di sollecitare la questione in seno all’insediando Governo Draghi affinché venga al più presto fissata la data delle prossime elezioni per tornare ad avere a Siderno finalmente un’Amministrazione democraticamente eletta.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.