Gio. Apr 22nd, 2021

Domenica delle Palme all’insegna della gioia quella vissuta ieri a Roccella Ionica, non solo per il risultato degli amaranto che hanno interrotto la lunga striscia di sconfitte, ma soprattutto per il ritorno a casa del figliol prodigo Alessandro Carrozza. Sono stati giorni difficili per la famiglia del giovane attaccante e per l’intera comunità roccellese, in forte apprensione per le condizioni di salute del ragazzo, il quale ha avuto la peggio in uno scontro fortuito con Mautone, nella sfida di mercoledì scorso contro la Gelbison. Il giovane talento, ancora una volta ha dribblato tutti mettendo a segno il goal più bello di sempre, quella della vita, dimostrandosi un vero leone anche fuori dal rettangolo di gioco. Dimesso ieri mattina dall’ospedale Morelli, Alessandro riabbraccia la sua Roccella, che non ha mai smesso di stargli vicino. In questa stagione non facile per la squadra di mister Galati, Carrozza rappresenta la punta di diamante, grazie alle sue qualità, la sua tenacia, tutte caratteristiche lo hanno portato ad essere il giocatore più decisivo della formazione amaranto, con quattro reti all’attivo. Non si sa con precisione quando Alessandro potrà tornare in campo, tutti ci auguriamo al più presto, ma quel che conta davvero è che stia bene . Il nostro campione è tornato finalmente a casa, il campo può attendere anche se da parte di Alessandro freme quella voglia irrefrenabile di indossare quei scarpini e trascinare il suo Roccella verso la salvezza. A prescindere quando Carrozza tornerà a giocare, sicuramente non farà mancare il suo appoggio alla squadra, che sa di poter sempre contare sul suo campione. Alessandro è tornato, ora il Roccella ha un’arma in più per credere nell’impresa. La redazione di Roccella Web Channel, è lieta di dirti, bentornato campione !

Rocco Calandruccio

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.