Ven. Apr 23rd, 2021

Quinto ko consecutivo per il Roccella di mister Galati, sconfitta anche quest’oggi al Ninetto Muscolo dal Rotonda, nella sfida valevole per la tredicesima giornata di capionato. Siamo qui ancora una volta a dover commentare un’altra sconfitta degli amaranto, figlia delle solite ingenuità difensive e della mancanza di personalità che caratterizza questa squadra. Al di la del risultato negativo, preoccupa fortemente l’atteggiamento in campo della formazione ionica, priva di grinta e carattere, requisiti necessari per chi come il Roccella si trova all’ultimo posto e vuole rimettersi in corsa per la lotta salvezza. Il Roccella parte bene, grazie al gioco sulle corsie esterne che ha consentito di sviluppare interessanti azioni da rete. Roccella che nel suo momento migliore si vede annullare un goal, per fuorigioco. La beffa arriva al minuto 22, quando la difesa amaranto nel respingere un pallone fuori dall’area favorisce Fricano, bravo a concludere al volo e battere il giovane Commisso. I ragazzi di Galati subiscono il colpo, ma nella ripresa tornano in campo con il piglio giusto, determinati a cercare il pareggio. Pareggio che arriva al 60′ con Malerba, il quale insacca in rete all’interno dell’area. Il goal avrebbe dovuto dare entusiasmo al Roccella per conquistare la vittoria, invece ecco un’altra disattenzione che permette agli ospiti di tornare in vantaggio. Questa volta è Sidibe farla grossa, male anche quest’oggi l’ivoriano, ingenuo nel tardare di calciare il pallone fuori dall’area, colpendo invece l’avversario. Il direttore di gara decreta il tiro dal dischetto, trasformato poi in rete da Ferreira. Al triplice fischio finale, festeggia il Rotonda di Boncore, che si allontana sempre più dalla zona calda della classifica. Il Roccella non riesce ad uscire dal tunnel della sconfitta, con la classifica che si fa sempre più sconfortante. Bisogna iniziare a guardarsi in faccia da veri uomini, è giunto il momento di prendersi le proprie responsabilità. Il campo anche oggi, ha confermato che tra gli amaranto non tutti hanno ben chiaro l’importanza di salvare questa categoria. Per centrare questo difficile obiettivo, servono prima uomini che calciatori, consapevoli di avere il dovere morale di provarci fino alla fine, mettendoci cuore e sacrificio. Le prossime due trasferte ravvicinate in terra sicula contro Acireale e Troina, rappresentano un importante crocevia per il futuro della stagione del Roccella. Questa nave da qui alla fine dovrà affrontare una forte burrasca, chi ritiene di non essere pronto è bene che si faccia da parte. Mai come in questo momento, Roccella ha bisogno di gladiatori, tutti pronti a remare verso un’unica direzione. L’augurio che già da mercoledì nella difficile trasferta di Acireale, possa esserci un’immediata reazione, utile a dare ancora speranza ad un Roccella che deve difendere questa Serie D ad ogni costo.

Rocco Calandruccio

[evp_embed_video url=”https://www.telemia.it/wp-content/uploads/2021/03/ROCCELLA-ROTONDA-HIGHLIGHTS.mp4″]

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.