Mer. Apr 21st, 2021

“Ieri, all’ospedale di Polistena, insieme al Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio Calabria dott. Antonio Bray, i tecnici e l’architetto dell’ASP, abbiamo fatto il primo sopralluogo, da me tanto sollecitato in queste settimane, presso l’ospedale di Polistena per la costruzione del NUOVO PRONTO SOCCORSO del nostro ospedale, da ricostruire di sana pianta. L’ospedale dovrà crescere giorno dopo giorno per diventare un presidio di riferimento per tutti coloro che ne avranno bisogno, in modo da assicurare le più complete e adeguate cure, secondo i più moderni standard sanitari”, afferma il Senatore polistenese del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Auddino.
“Ho incontrato nuovamente medici, infermieri e operatori sociosanitari che lavorano con straordinaria passione nel nosocomio polistenese in condizioni spesso difficili – continua il Senatore – a tutti loro ho nuovamente confermato il mio impegno a portare i tamponi molecolari da processare in loco, nel laboratorio dell’ospedale, per evitare il ritardo che ogni volta l’invio dei campioni a Reggio Calabria comporta, con grande disagio per i pazienti che accedono al presidio in emergenza e per i medici del PS a causa dei lunghi tempi di attesa. Un incontro certamente importante nel corso del quale ognuno, con le proprie valutazioni, ha contribuito a cercare la soluzione migliore per intraprendere un percorso di assistenza di eccellenza perché, come ho già detto più volte, i calabresi hanno il sacrosanto diritto di curarsi nella propria terra. L’assistenza sanitaria di eccellenza non può prescindere dalla costruzione di nuove strutture avanzate, in quanto il modello assistenziale è strettamente connesso alla organizzazione degli spazi, alle nuove strutture e a moderne strumentazioni per la diagnostica, partendo dalla costruzione di un nuovo Pronto Soccorso, moderno ed efficiente, con tutti gli standard di sicurezza per i pazienti e i medici che vi operano quotidianamente”
“Per questo motivo – prosegue Auddino – ritengo assolutamente necessario e urgente procedere alla completa riorganizzazione dell’accesso delle urgenze, partendo dalla costruzione del nuovo Pronto Soccorso, al fine di ottimizzare qualità dell’assistenza ai malati e lavoro degli operatori sanitari, secondo gli attuali standard di sicurezza. Fondamentale sarà anche adeguare i futuri spazi ed ambienti, dal punto di vista funzionale, alle nuove esigenze di sicurezza legate alla pandemia. Un obiettivo importante sul quale sto lavorando per fa sì che il nostro ospedale possa diventare una struttura sanitaria moderna ed efficiente in cui i cittadini bisognosi di cure possano trovare la risposta migliore possibile alle esigenze di cura, senza doversi rivolgere necessariamente altrove” conclude Auddino.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.