Dom. Apr 18th, 2021

Il gup di Catanzaro Antonio Battaglia, ha condannato 11 persone e ne ha assolte altre 12 nel processo su una serie di estorsioni a locali notturni della movida del Lametino. Tra i condannati ci sono quattro collaboratori di giustizia ed altri due sono tra gli assolti. Sette le parti offese individuate ma nessuno si è costituito parte civile in giudizio tranne il Comune di Lamezia Terme, rappresentato dall’avvocato Caterina Restuccia, e l’Associazione Antiracket, difesa da Carlo Carere. Le estorsioni, secondo l’accusa, consistevano nell’imporre forniture della di una determinata ditta ai locali. In altri casi “mediante minaccia implicita di atti ritorsivi” alcuni imputati pretendevano di entrare gratis nei locali. In altri casi ancora, alcuni degli imputati consumavano gratuitamente.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.