Gio. Apr 22nd, 2021

Finalmente una delegazione del Comitato Pro Casa della salute di Siderno ha avuto la possibilità di farsi ascoltare dai vertici della sanità calabrese. Una apposita delegazione del Comitato sidernese composta da Sasà Albanese, Franco Martino, Anna Romeo e Pino Ieraci, ha ,infatti, incontrato il Commissario regionale alla sanità Guido Longo presso la Regione Calabria. La delegazione ha rappresentato la problematica Sanitaria della locride ed ha chiesto informazioni circa l’iter burocratico per la Casa della Salute. In particolare è stato chiesto di conoscere il cronoprogramma dell’intervento per capire i tempi attuativi della struttura. Il Commissario Longo ha coinvolto nell’incontro l’ing. Pasquale Gidaro, responsabile del dipartimento edilizia sanitaria, il quale ha rappresentato il reale stato dell’arte della procedura. E le notizie – secondo il Comitato sidernese non sono da considerare confortanti. L’ing. Gidaro ha dato comunicazione che proprio in questi giorni era previsto un incontro da remoto tra i tecnici dell’Asp di RC ed i tecnici di Invitalia per definire le linee guida da utilizzare per la predisposizione del bando per la progettazione preliminare. Se ci sarà intesa tra le parti si procederà con la gara vera e propria. Considerato – è stato detto – che gli uffici tecnici dell’Asp di RC sono piuttosto sottodimensionati rispetto al patrimonio edilizio da gestire che fa capo all’Asp sarebbe naturale sottoscrivere una Convenzione con Invitalia per accelerare le procedure. Ma allo stato non esiste una convenzione tra Invitalia e l’ASP di RC, di conseguenza si procederà in un confronto passo per passo. Il rischio è che tempi lunghi, secondo il Comitato , possono portare al rischio di perdere il finanziamento di 9.760.000,00 che rusale a otto anni addietro. E sarebbe veramente una beffa, Il Commissario Longo ha, comunque, promesso che chiederà conto della procedura continuamente ed ha sollecitato l’ing. Gidaro a vigilare affinché tutto vada velocemente a buon fine. Di fatto è stato accertato che l’interlocutore del Comitato è l’ASP di RC e, quindi, dovrà essere aperta per il Comitato, una interlocuzione diretta sulla procedura e sui contenuti da inserire dentro la Casa della Salute con il commissario reggino Gianlugi Scaffidi . Con il Commissario Longo è stata anche discussa la difficile situazione dei vaccini, e il ritardo nell’ apertura di altri centri vaccinali, considerato che nonostante tutti gli sforzi del Dottor Pasquale Mesiti il solo punto di Siderno non potrà coprire tutta la locride in tempi ragionevoli. ( Contemporaneamente all’incontro del Comitato con Longo è stato intanto aperto un altro punto di vaccinazione a Monasterace ndr) Il commissario regionale ha anche dato comunicazione di aver chiuso delle convenzioni con i medici del territorio delle varie provincie per accelerare il programma di vaccinazione esprimendo rammarico per il fatto che i medici del territorio della provincia di Rc non hanno aderito alla campagna vaccinale. Ma, sempre secondo il Commissario, il problema vero sta’ nella scarsità dei vaccini, problema che sarà superato, secondo lui, con l’arrivo del vaccino Johnson che essendo efficace con una sola dose dovrebbe consentire una forte accelerazione delle vaccinazioni.

L’incontro, riferiscono i partecipanti, è stato cordiale ma appassionato. Il comitato ha espresso tutti i propri timori rispetto ai tempi, che attraverso procedure ordinarie saranno lunghi. Dal canto suo il Commissario ha lamentato la fragilità del suo ufficio e dei suoi poteri. Intanto il “discorso” Casa della salute deve necessariamente spostarsi a Reggio Calabria e, quindi, il Comitato si attiverà per aprire velocemente un confronto con il commissario Scaffidi .

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.