Lun. Apr 19th, 2021

La Risonanza magnetica di Locri a distanza di quattro settimane dell’inaugurazione è ancora ferma, manca personale, nessuna convenzione con il Gom e non certamente non ci sarà,  la convenzione con Unime va perfezionata. È quanto dichiara in diretta televisiva nel programma CALABRIA SUD su TELEMIA il nuovo commissario dell’ASP di Reggio Calabria Gianluigi Scaffidi. Il neo commissario ribadisce che per la risonanza magnetica di Locri bisogna pensare alla telemedicina, mandare le immagini in tempo reale al radiologo a Reggio ed avere così la diagnosi in tempo reale. E poi bisogna trovare personale interno che dovrà essere aggiornato all’utilizzo diretto della macchina. Aveva ragione dunque il sindaco di Locri Giovanni Calabrese quando il giorno dell’inaugurazione aveva detto che la cosa più importante non era inaugurarla ma farla funzionare ed il riferimento era proprio al personale. Il commissario Schaffidi cintinua sulla mancaza di medici ed infermieri: “ho dato il via a tutti i concorsi in sospeso, dove si arriva vedremo”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.