Mer. Apr 21st, 2021

di Vito Pirruccio
“Zitti e buoni” del gruppo rock dei Maneskin ha conquistato la 71ma edizione del Festival della canzone italiana e la scuola, assente dalle aule per colpa della pandemia, entra nel Teatro Ariston con le note dei rockettari romani il cui primo nucleo (Victoria De Angelis e Thomas Raggi) si è formato tra i banchi del Liceo Scientifico “JF Kennedy” di Roma.
Il titolo della canzone vincitrice dell’edizione 2021 nasce dal richiamo di un professore e, chissà quante volte, la stessa espressione l’abbiamo ripetuta ai ragazzi nel corso della nostra gestione quotidiana della classe! In presenza, naturalmente.
Oggi, è diventata, persino, canzone.
In DaD (sono pronto a ricredermi, se verrò smentito dai fatti) difficilmente la litania del collegamento non riuscito o il richiamo dell’insegnante a spegnere l’audio diventeranno mai una canzone, perché i richiami “a distanza” sono di natura tecnica non educativa. Invece, quel “zitti e buoni” nella sua semplicità espressiva è un richiamo all’ordine. Non registra l’assenza di un segnale ed è la conferma di come la DaD, medium la rete, non sostituisce la didattica in presenza che non ha medium se non l’aria che collega la cattedra al banco.
Chissà se il richiamo in DaD “Spegnete il microfono” avrà, mai, lo stesso successo di “Zitti e buoni”! Per ora, a parte le situazioni veramente necessarie, sono sensibili al suo richiamo i Governatori (sic!) modello Calabria, i quali, invece di programmare prima la vaccinazione del personale della scuola e poi la chiusura della scuola, operano al contrario: chiudono la scuola e programmano la vaccinazione degli insegnanti e ATA. Sperando di non arrivare alla vaccinazione quando è programmato il rientro e dover richiudere per sopraggiunta necessità di ulteriore riprogrammazione.
Già un primo successo i Governatori “modello rock” lo hanno, però, avuto straparlando sul palcoscenico del teatro virtuale: facebook. Ma difficilmente il loro richiamo diventerà titolo di una canzone nelle prossime edizioni sanremesi. Tanto meno saranno incisivi e vincenti come quel professore anonimo del Liceo “JF Kennedy” e il suo “Zitti e Buoni”.
A nostri Governatori rock, come mondo della scuola in apnea per i ripetuti decreti apri-chiudi, dovremmo dire: “Zitti e buoni, se potete!”. Ma saranno disponibili all’ascolto?

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.