Mer. Apr 14th, 2021

la sottosegretaria al Sud promotrice di ‘Italia Più 2050’, ‘con Rousseau divorzio consensuale’ Roma, 25 mar. (Adnkronos) – Italia Più 2050, evoluzione di ‘Parole guerriere’, è la prima corrente strutturata del Movimento 5 Stelle, con tanto di simbolo e manifesto programmatico. E si candida a offrire il suo supporto al nuovo M5S targato Giuseppe Conte. Per ora si tratta solo di un’associazione culturale, ma domani chissà. Con l’ex premier, spiega in un’intervista all’Adnkronos la sottosegretaria al Sud Dalila Nesci, tra i promotori dell’iniziativa, “c’è già stato qualche contatto”: “Speriamo presto di incontrarlo per confrontarci nel dettaglio e coordinarci in maniera sempre più proficua. Siamo convinti – prosegue – che ci sarà bisogno di una grande sinergia per portare a compimento la transizione mite e coraggiosa inaugurata in Italia con l’istituzione del Ministero della Transizione Ecologica”. Qualcuno ipotizza che Italia Più 2050 possa diventare una lista d’appoggio del M5S, in futuro. Nesci non esclude questa possibilità: “Italia Più 2050 – ribadisce – è la naturale evoluzione del think-tank Parole guerriere. E’ un’associazione culturale che ha organizzato, dal 2017, decine di incontri di approfondimento: a Montecitorio, nelle regioni, in rete. Oggi, ispirati dalla visione che guarda al 2050 ci apriamo alla società civile, ai giovani e al futuro post pandemia. Per noi l’obiettivo primario è mettere radici sui territori attraverso l’apertura di ‘oasi verdi’ di formazione e confronto trasversale dove la porta sia sempre aperta. Detto questo, gli sbocchi dell’associazionismo, tutelato dall’articolo 18 della nostra amata Costituzione, sono molteplici”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.