Mar. Apr 20th, 2021

Con Libera e Avviso Pubblico anche mondo sport scende in campo

“A ricordare e riveder le stelle – cultura e memoria”: questo il tema che accompagnerà la XXVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa Libera e da Avviso Pubblico in collaborazione con Rai Per il Sociale e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La Giornata della Memoria e dell’Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie, oggi riconosciuta per legge, e rinnova in nome di quelle vittime l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. Piccole iniziative di riflessione si svolgeranno in tutta Italia sabato 20 marzo e prevedono la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie, dinanzi a uno o più spazi culturali: un teatro, un cinema, museo, biblioteca con la partecipazione di un limitato di persone, distanziate tra loro e con l’uso della mascherina protettiva e nel pieno e rigoroso rispetto delle normative antiCovid vigenti. Libera e Avviso Pubblico hanno deciso di promuovere delle piccole iniziative locali che abbiano quale spazio ospite un luogo di cultura. La cultura che in questo anno di pandemia è stata spesso penalizzata e messa ai margini, ritenuta non essenziale, ma che è fonte primaria per l’evoluzione umana. La cultura che è capace di svegliare le coscienze, seminare responsabilità e generare partecipazione. La cultura quale ingrediente fondamentale per la lotta alle mafie e alla corruzione, scintilla di memoria e impegno sociale. A Roma l’iniziativa si svolgerà presso Auditorium Parco della Musica con inizio alle 10.45 con la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie a seguire intervento di Luigi Ciotti. A Palermo lettura dei nomi all’ interno Teatro Massimo mentre a Milano l’iniziativa si svolgerà davanti Palazzo Marino con l’ esposizione dal balcone di lenzuoli dedicati alla vittime innocenti delle mafie realizzati dalle scuole milanesi. Altre iniziative a Locri presso il Teatro Greco di Portigliolo e a Torino presso la Piazza del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Saranno oltre 1000 i nomi delle vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere. Inoltre la sera del 20 marzo su alcune facciate di monumenti e palazzi storici saranno proiettati i nomi delle vittime innocenti delle mafie: dalla Mole Antonelliana di Torino a Palazzo Savelli Rocca Priora di Perugia, dal Arco San Nicollò lungoarno Firenze al Palazzo Rettorato di Catania e Campanile di Piazza San Marco a Venezia. Anche il mondo dello sport scende in campo: il Coni con Libera in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Insieme ai familiari delle vittime, al mondo della cultura, alla rete associativa, anche gli atleti onoreranno l’impegno a non dimenticare chi ha speso la propria vita nella lotta contro il crimine organizzato. Molte federazioni e realtà sportive di promozione sociale vestiranno nel week end sportivo del 19-21 marzo una maglia simbolica con la scritta “Lo sport non vi dimentica”. In Serie B e nel campionato di Lega Pro nel turno di sabato 20 e domenica 21 marzo i capitani scenderanno in campo con la maglia con la scritta Lo sport non vi dimentica. Per la giornata di domenica 21 marzo Libera organizza momenti di raccoglimento, veglie ecumeniche, deposizioni di fiori presso lapidi o strade intitolate a vittime di mafie, sempre nel rispetto dei decreti vigenti. A Roma, domenica 21 marzo Don Luigi Ciotti sarà presente alla Casa del Jazz, bene confiscato alla banda della Magliana, davanti alla stele con i nomi delle vittime innocenti delle mafie per un momento di ricordo.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.