Mer. Apr 21st, 2021

        In considerazione delle nuove misure restrittive connesse all’emergenza Covid, e delle conseguenze economiche per le imprese, è necessario che  venga rinnovata la sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito, relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito, fino al 31 luglio 2021. Per questo, ho inviato una specifica richiesta al Ministro dell’Economia, Daniele Franco ed al Sottosegretario Claudio Durigon.

       Ai membri del Governo – continua –  ho chiesto il rinnovo della misura scaduta il 31 gennaio 2021, e che consente di evitare i protesti dei titoli di credito che non possono essere pagati a causa dell’emergenza Covid.

         La misura si rende particolarmente necessaria – chiarisce l’esponente politico –  a causa della repentina inversione di tendenza, nelle misure anti-covid, rispetto a quanto era previsto.  Fino a poche settimane fa, per il concomitante effetto delle misure in atto e per l’avvio delle vaccinazioni, era previsto che il periodo pasquale potesse svolgersi con moderata tranquillità. Questo – prosegue Molinaro – avrebbe dovuto consentire spostamenti e spese in locali commerciali, alberghi,  ristoranti e agriturismi. Per questo motivo, gli imprenditori hanno effettuato ordini di merce e messo in atto azioni finalizzate allo svolgimento delle proprie attività.

        Al contrario, le recenti misure introdotte dal Governo e la collocazione in zona rossa di tutta l’Italia nei giorni di Pasqua determina un radicale cambiamento nei programmi degli italiani, che produrrà l’impossibilità per le imprese di far fonte ai pagamenti connessi agli ordini effettuati.

        Tutto ciò,  – conclude – pone l’esigenza di riattivare, almeno fino al 31 luglio 2021, la sospensione dei termini per il pagamento di assegni, cambiali e titoli equivalenti.

15/03/2021                                                Comunicazione Pietro Molinaro

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.