Dom. Nov 28th, 2021

Sigilli a beni per 350 mila euro intestati a prestanome

Beni per un valore complessivo di 350 mila euro sono stati confiscati dai finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro a Vincenzo Torcasio, alias “u niuru”, soggetto gravitante da molti anni nel contesto delle cosche di ‘ndrangheta, dapprima “Cerra-Torcasio-Gualtieri”, e poi “Giampà”, condannato nell’ambio del procedimento denominato Perseo.

L’esecuzione del provvedimento, emesso dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Dda, è stata coordinata dal procuratore Nicola Gratteri e dall’ Aggiunto, Vincenzo Capomolla. La confisca rappresenta l’epilogo di indagini di polizia economico-finanziaria finalizzate all’individuazione e al recupero dei patrimoni illeciti nella disponibilità di Torcasio, sebbene risultassero intestati ad un prestanome. Gli accertamenti patrimoniali hanno evidenziato un valore dei beni sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati e alla capacità economica lecita del nucleo familiare di Torcasio.

In particolare sono stati acquisiti un terreno e un annesso fabbricato di tre piani, a Lamezia Terme, adibito ad abitazione della famiglia.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.