Mer. Apr 21st, 2021

‘Stupiscono gli scriteriati attacchi da diversi soggetti’

“Nell’ultima puntata di Presa Diretta sul processo alla ‘ndrangheta, Riccardo Iacona e i suoi bravissimi colleghi hanno regalato agli utenti un’autentica pagina di vero giornalismo e servizio pubblico televisivo, ponendo il giusto accento su una vicenda giudiziaria che ha pochi eguali nella storia di questo Paese e che in molti hanno evidentemente interesse a tenere celata nell’aula bunker dove il processo sarà chiamato a svolgersi”. Lo sottolinea il consigliere Rai, Riccardo Laganà. “L’art 21 della Costituzione non solo sancisce il sacrosanto diritto alla libera manifestazione del proprio pensiero, ma per converso garantisce anche l’intangibile diritto dei cittadini ad essere costantemente e compiutamente informati – prosegue -. Stupiscono pertanto gli scriteriati attacchi da diversi soggetti che, evocando la presunta lesione di non meglio precisati principi giuridici, parlano di processo mediatico anticipato ignorando il sacrosanto diritto di cronaca omettendo di rilevare che i giornalisti di Presa Diretta – nel rispetto di una sano contraddittorio – non hanno omesso di dar conto diffusamente delle posizioni difensive degli imputati anche attraverso lunghe interviste agli avvocati difensori degli stessi”. “Alla redazione di Presa Diretta – aggiunge Laganà – il mio personale ringraziamento insieme a quello delle colleghe e colleghi Rai per l’autorevole pagina di Servizio Pubblico e il caloroso invito a continuare a seguire la vicenda con costanti aggiornamenti a beneficio di tutti i cittadini e utenti”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.