Mer. Apr 14th, 2021

[fvplayer id=”87″] SERVIZIO DI GIUSEPPE MAZZAFERRO

Nota positiva dal Centro vaccini di Siderno. Ieri mattina, dopo il fermo dei giorni scorsi per mancanza di scorte, sono riprese le vaccinazioni. L’equipe diretta dal dott. Pasquale Mesiti, peraltro, si è data un gran da fare per tutta la giornata di domenica per evitare assembramenti in coincidenza della ripresa delle vaccinazioni indirizzate tutte, in questa fase, ai cittadini che avevano già fatto la prima dose del Pfizer e per i quali era scaduto il 21esimo giorno dal previsto richiamo. Sino a tarda sera sono state fatte le dovute selezioni e sono state fatte le telefonate ai cittadini interessati con appuntamenti prefissati. Nel giro di tre o quattro giorni i 650 che hanno già fatto la prima dose del vaccino avranno anche la seconda dose . Poi – ci dice il dott. Pasquale Mesiti – si continuerà regolarmente la vaccinazione secondo i protocolli previsti, La situazione si è sbloccata dopo un contatto diretto tra il responsabile del centro vaccini di Siderno e il nuovo commissario dell’ Asp, Gialuigi Scaffidi, al quale è stata spiegata dettagliatamente la delicata situazione che si era verificata a causa della mancanza dei vaccini con molti cittadini che dovevano ancora fare la seconda dose. Scaffidi ha disposto subito l’invio di 400 dosi a Siderno che sono già stati utilizzabili da ieri. Tra oggi e domani dovrebbe arrivare una altro quantitativo del genere in modo da consentire il completamento della seconda dose e il riavvio della vaccinazione per gli ultraottantenni o per coloro che hanno le previste patologie privilegiate. Il centro di Siderno, di norma, effettuava dalle 200 alle 250 vaccinazioni giornaliere anche se col discorso delle convocazioni telefoniche probabilmente ci sarà qualche giustificato cambiamento. Entro sabato, comunque, le seconde dosi dovrebbero essere completate. L’attività del Centro di Siderno è stata,in ogni caso, encomiabile. Medici, infermieri e volontari si sono dati un gran da fare anche nelle giornate di sabato e domenica e lo stesso dott. Mesiti non ha lasciato nulla di intentato per risolvere il delicato problema che si era creato per la mancanza dei vaccini, soprattutto, per la seconda dose. Resta sempre la necessità, comunque, che venga attivato, oltre a quello di Siderno, qualche altro centro di vaccinazione. come d’altra parte hanno chiesto gli stessi sindaci nel corso della loro ultima assemblea, sia nella parte sud che nella parte nord del territorio. Aristide Bava

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.