Ven. Apr 23rd, 2021

La famiglia Autelitano è proprietaria dell’Agriturismo di Petru i ‘Ntoni che significa «Pietro figlio di Antonio». Il padre di Antonio si chiama Pietro mentre il nonno si chiama Antonio, il papà del nonno si chiamava Pietro e così via. Tradizione che è stata tramandata da padre in figlio, da un Antonio ad un Pietro fino ad arrivare ad oggi. Antonio inizia la sua esperienza in cucina dalla vita militare, ha fatto per 18 mesi l’aiuto-cuoco nelle mense ufficiali della marina. Ha frequentato la scuola fino al quarto alberghiero ma non si è diplomato. Quando chiude con la vita militare fa diversi lavori, apre uno stabilimento balneare con cucina, fa il macellaio, il commerciante e per avere qualche specializzazione in cucina segue qualche corso organizzato dalla regione. Il loro intento è quello di far vivere l’esperienza dell’agriturismo attraverso la loro produzione. Antonio partecipa con il figlio Pietro Antonio, diplomato come cuoco all’alberghiero, la nipote Giovanna, figlia della sorella che dà una mano alla compagna in cucina, e la compagna Cettina (stanno insieme da 8 anni e lei fa la cuoca). “Non esiste altro oltre alla cucina, i fornelli sono come le flebo per noi, ci alimentano”.

AGRITURISMO DI PETRU I ‘NTONI, IL RISTORANTE DELLA FAMIGLIA AUTELITANO

L’azienda oggi continua a coltivare e ad allevare gli animali come si faceva una volta e a produrre specialità calabresi solo ed esclusivamente utilizzando materie prime provenienti dalla loro terra. L’agriturismo nasce 18 anni fa: il nonno di Antonio aveva un appezzamento di terreno abbandonato e nel 2000 Antonio ha recuperato i ruderi ereditati e ha costruito un piccolo locale da 80-100 metri quadrati. All’interno ha costruito una piccola saletta con cucina dove poteva ospitare al massimo 20 persone, e lo gestiva con l’aiuto della nonna e del padre. Oggi l’azienda si è ingrandita, ospita più di 50 persone con la possibilità di arrivare a 200 per eventi particolari. Ci sono sei camere da letto che possono ospitare le famiglie, un orto e una fattoria. Sono produttori di: olio, vino, digestivi, confetture, conserve, liquori, salumi, pasta, sott’oli e sott’aceti, legumi, formaggi, dolci, conserve, condimenti vari e bevande analcoliche.

Tg24.sky.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.