Gio. Apr 22nd, 2021

Sono passati quasi due mesi da quando abbiamo provato ad attirare l’attenzione sulla condizione insostenibile in cui versa la categoria degli ambulanti chiedendo la riapertura dei mercati rionali.
Con il dilagare della diffusione del virus e il conseguente ingresso in zona rossa di molte regioni e anche la nostra, purtroppo, i pochi passi avanti fatti in tale direzione sono stati vanificati da nuove ed ulteriori restrizioni che vedono ancora una volta penalizzati gli operatori del commercio su aree pubbliche e fiere.
Pur comprendendo la necessità di far fronte all’emergenza sanitaria, rimane tuttavia inspiegabile la disparità di trattamento che consente le aperture di esercizi commerciali e grande distribuzione negando invece ai mercati. Incomprensibile appare anche la logica che permette assembramenti al chiuso dei grandi magazzini e proibisce il commercio all’aperto!

Nonostante gli operatori dei mercati si siano adeguati a quanto stabilito dalle linee guida dal Dpcm dello scorso 13 ottobre, in merito alle misure da adottare nelle aree dedicate, distanziando i banchi e dotandosi degli adeguati dpi.
Tale condizione oggi, non è più sostenibile e rischia di portare alla cessazione in Calabria di oltre 1000 imprese delle oltre 6000 mila imprese del settore.
Un vero disastro. La protesta della categoria ha dato vita su tutto il territorio nazionale a forti mobilitazioni pacifiche, dove si vedono coinvolte tutte le sigle sindacali poiché l’intera categoria è veramente allo stremo delle sue forze .
Asnali nei giorni scorsi ha chiesto e svolto un incontro in Prefettura di Reggio Calabria, dove vi erano presenti Andiloro Enzo, Coordinatore Provinciale della categoria Ambulanti e Domenico Borrello del Direttivo Provinciale, accompagnati Dal Presidente Regionale As.N.A.L.I. Rosario Antipasqua; incontrato, il Dott. Marco Oteri capo Gabinetto di S.E. Signor Prefetto di Reggio Calabria Dott. Massimo Mariani.
Abbiamo manifestato ed esposto apertamente le difficoltà della categoria, chiedendo al Dr. Marco Oteri di farsi carico di informare il Prefetto e di far pervenire le richieste della categoria al governo in quanto estremamente urgenti: si fa richiesta di ottenere nell’immediato la riapertura dei mercati alimentari e non; veri ristori immediati per i giorni di effettivo stop delle attività; cancellazione della Tosap / Cosap per tutto il 2021 e la possibilità di vendere i generi di prima necessità anche nei mercati dei territori inserite in zona rossa.
Sono queste, in sintesi, le richieste più urgenti degli ambulanti aderenti ad As.N.A.L.I .

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.