Sab. Mag 15th, 2021

Il Consiglio comunale, nella seduta di venerdì 16 aprile, è stato chiamato a determinarsi sulla sopravvenuta condizione di incompatibilità alla carica di consigliere comunale di Domenico Antico.

Le ragioni della contestazione di incompatibilità sono conseguenti all’insorgenza di un conflitto d’interessi del consigliere Antico con l’Ente, per via di una lite pendente instaurata dallo stesso consigliere comunale attraverso un ricorso prodotto al TAR in materia edilizia contro il Comune. 

Con l’eventuale decadenza di Domenico Antico, a seguito della decisione definitiva del consiglio comunale, da un lato verrebbe meno nel consesso elettivo e nel dibattito al suo interno una figura ed una voce importante e, dall’altro, una parte di elettorato verrebbe privata del rappresentante sul quale aveva riposto la propria fiducia, indicandolo quale figura di sindaco.

Il circolo del Partito Democratico auspica, pertanto, che il consigliere Domenico Antico possa rimuovere la sua situazione di sopravvenuta incompatibilità, provvedendo a superare, nei termini di tempo previsti, il conflitto d’interessi determinato dallo stesso con la carica esercitata di consigliere comunale, evitando, così, che una personale vicenda di natura privatistica finisca per proiettare i suoi sopravvenuti effetti sulla composizione della rappresentanza democraticamente eletta.

In questo senso, il Partito Democratico, registrando il comprensibile imbarazzo che traspare nella nota del movimento “Viva Cittanova Viva” e tralasciando i fuorvianti tentativi di evocare inesistenti complotti, condivide la necessità posta in quella nota che l’opposizione continui a svolgere il ruolo assegnatogli dagli elettori, misurandosi, attraverso il controllo, lo stimolo e il confronto sereno sul merito dei problemi che investono il paese e per la cui soluzione, ritiene il circolo PD, impegnato su questo terreno, occorre profondere ciascuno nel proprio ruolo ogni autentico sforzo.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.