Gio. Mag 6th, 2021

La microbiologa del Sacco: “Imporre ai cittadini di tornare a casa alle 22 è incoerente con l’apertura di esercizi”

Il coprifuoco alle 22 è “un finto mini lockdown del quale non abbiamo assolutamente bisogno. Peraltro, non c’è nessun dato scientifico che dimostri che un’ora in più di possibilità di movimento peggiori la situazione pandemica. Credo che di questo bisognerebbe tener conto anche quando le scelte sono politiche”. Lo dichiara all’Adnkronos Salute Maria Rita Gismondo, microbiologa dell’ospedale Sacco di Milano, tornando sul dibattito relativo all’orario del coprifuoco – 22 o 23 – che ieri ha spaccato la maggioranza in Parlamento.

“Per quanto riguarda il coprifuoco, confermo quello che ho detto fin dall’inizio”, aggiunge l’esperta, direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze del Sacco: imporre ai cittadini di “tornare a casa alle 22 è incoerente con l’apertura di esercizi” come i ristoranti, e di “cinema e teatri”.

Quanto alla mozione di sfiducia al ministro della Salute, Roberto Speranza,, si tratta di “un atto politico sul quale non mi pronuncio”. Fatta questa premessa, dice Gismondo, “l’assenza del Piano pandemico è stata sicuramente un elemento peggiorativo” dell’emergenza Covid-19 “ed è giusto che l’azione della magistratura faccia il suo corso”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.