Gio. Mag 6th, 2021

15 arresti è il bilancio conclusivo dell’operazione ‘Mixtus’ che ha portato in carcere 6 peruviani e 5 italiani; per altri 4 componenti del gruppo criminale (2 peruviani e 2 italiani) sono stati disposti gli arresti domiciliari. Al momento, cinque persone, tra quelli colpiti dall’ordinanza di custodia cautelare, avrebbero lasciato il territorio nazionale e sono ricercati.

L’operazione odierna delle Fiamme Gialle ha portato complessivamente al sequestro di oltre 50 chili di cocaina, grazie ad una azione investigativa anche attraverso la cooperazione internazionale con le unità antidroga del Perù.

La droga, partendo dal Perù, transitava per la Spagna per poi giungere in l’Italia, dove lo stupefacente risultava destinato alle cosche di ‘ndrangheta della Lombardia e della Calabria attraverso l’opera di alcuni emissari arrestati. “La droga – si legge nel comunicato della Guardia di Finanza di Pavia – era infatti destinata anche a soggetti del clan di ‘ndrangheta Molluso, particolarmente attivo nel settore dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante l’attività investigativa, i finanzieri pavesi, monitorando tutte le fasi di importazione del narcotico, anche col supporto dei Reparti del Corpo in particolare presso gli scali aeroportuali milanesi, ove sono avvenuti alcuni dei sequestri, sono riusciti a bloccare i carichi di ‘polvere bianca’ destinati alle piazze italiane che, una volta venduta sulle varie piazze di spaccio avrebbe garantito alle cosche un profitto di circa 5 milioni di euro.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.