Lun. Apr 19th, 2021

La Sguta,o ‘nguta, guta, cuzzùpe, cudduraci, cucùli, cuccùli, cuiùri  sono dolci tipici del reggino ma vengono preparati più o meno in tutto il territorio regionale, hanno presumibilmente origini orientali e sono il simbolo per eccellenza della fine del digiuno di Quaresima. Uova, zucchero, farina e una tradizione infinita tramandata da madre in figlia.

INGREDIENTI: 1 kg di farina 00, 250 gr di zucchero, 3 uova, 2 bicchieri di latte, 1 bicchiere d’olio, 1 cubetto di lievito di birra, 1 uovo, 2 cucchiai di latte, uova per decorare q.b.PROCEDIMENTO: Amalgamate lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto biancastro e spumoso, poi incorporate l’olio. Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido e unitelo allo zucchero. A questo punto cominciate ad incorporare la farina setacciata. Lavorate l’impasto con le mani su una spianatoia fino a formare una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare in un posto caldo fino a ché non raddoppierà il suo volume (2 ore circa). Una volta lievitato lavorate porzioni di impasto formando delle ciambelline di varie forme (treccie, pagnotte, colombe, cesti, o come più desiderate). Adagiatevi le vostre sgute ad opportuna distanza poiché dovranno lievitare per altre 2 ore circa. Foderate una teglia con carta forno e sbattete un uovo con due cucchiai di latte e spennellatele prima di infornarli in forno caldo a 160° per 20 minuti circa.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.