Mer. Apr 21st, 2021

Antonio Trifoli torna a sedere sullo scranno di sindaco. Con ordinanza del 25 marzo 2021, comunicata lo scorso 7 aprile, la Corte di Appello di Reggio Calabria ha infatti accolto la tesi patrocinata dai legali di Trifoli, ed ha chiarito che questi, ancorché dichiarato decaduto dalla carica di Sindaco in quanto considerato dipendente del Comune di Riace e solo per questo ineleggibile, può continuare ad esercitare le funzioni fino a quando sulla vicenda non si sarà pronunciata in via definitiva la Corte di Cassazione.

Grande soddisfazione esprime il Collegio difensivo del Sindaco Antonio Trifoli, composto dal Prof. Avv. Paolo Falzea e dal Prof. Avv. Andrea Lollo, i quali continuano a ritenere che il Sindaco Trifoli sia stato eletto in maniera legittima, in quanto la sua condizione di Lavoratore di Pubblica Utilità non è equiparabile a quella di un normale “dipendente” comunale. A tal fine, continueranno a sostenere tale tesi anche dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione.

Dal canto suo, Antonio Trifoli si manifesta soddisfatto e fiducioso sull’esito delle prossime tappe della vicenda giudiziaria che lo riguardano personalmente, dichiarando che continuerà ad esercitare le funzioni per le quali è stato eletto dai cittadini di Riace, nell’interesse dei riacesi tutti e nel pieno rispetto della legalità.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.