Mer. Apr 14th, 2021

Un servizio importante della Croce rossa  e un lavoro delicato in sinergia con il Settore Servizi sociali che ha permesso ai cittadini più fragili di ricevere il vaccino.I cittadini impossibilitati a recarsi presso il Centro Vaccinale allestito presso l’ospedale di Locri o presso la Casa della Salute di Siderno, a causa di comprovate precarie condizioni di salute o di disabilità, sono stati  vaccinati presso il proprio domicilio dal personale della Croce Rossa Italiana, comitato Riviera dei Gelsomini, guidato dalla dottoressa Morelli Vera, responsabile medico del nucleo operativo vaccinazione anti SARS-CoV-2 Cri Riviera dei Gelsomini. Un servizio della Croce rossa attivato  con il responsabile del centro Vaccinazione Siderno anti Sars-CoV-2 dottor Pasquale Mesiti, a cui il Comune di Locri ha subito aderito e coordinato i lavori con i medici di base.Stamattina prima che la Croce rossa avviasse le operazioni della vaccinazione a domicilio, il primo cittadino Giovanni Calabrese, l’assessore alle politiche sociali Domenica Bumbaca e tutta la giunta con il presidente del Consiglio Miki Maio, hanno voluto ringraziare i volontari della Croce rossa, consegnando alla dottoressa Morelli, una targa di riconoscimento, rimarcando il prezioso lavoro del gruppo di volontari, operatori e medici: “Grazie per il Vostro indispensabile impegno e l’ opera di solidarietà, accanto ai più bisognosi. Grazie per l’aiuto e il sorriso donati in questo complicato periodo dell’emergenza Covid19”.    Giovanni Calabrese: «In un momento di confusione, preoccupazione e anche smarrimento, abbiamo qualche certezza e soprattutto riusciamo a fare ciò che diciamo. Oggi, grazie all’impegno dei volontari della Croce Rossa, stiamo vaccinando a domicilio circa cinquanta cittadini che per motivi di salute non possono recarsi presso il centro vaccinale. Un grazie ai volontari della Croce Rossa che stanno portando “vita” nelle case dei nostri anziani cittadini. Un ringraziamento ai volontari del  Corpo italiano di soccorso dell’ Ordine di Malta per la collaborazione e un ringraziamento al personale comunale che si è tanto impegnato per il raggiungimento di questo importante obiettivo》.La dottoressa  Morelli ha ringraziato la presidente del comitato Riviera dei Gelsomini della CRI per aver reso possibile la realizzazione di questa iniziativa e l’Amministrazione Comunale per l’organizzazione di un programma di vaccinazione prezioso, che dimostra l’importanza che Locri attribuisce alla tutela della salute della propria comunità. 《Ho avuto modo di constatare l’ottimo lavoro effettuato dall’Amministrazione locrese con il Settore politiche sociali, che con l’assessore con delega alle politiche sociali, Domenica Bumbaca, hanno reso possibile tutto questo, riuscendo a coordinare il programma ma soprattutto prestando assistenza ai  cittadini più fragili, dalla prenotazione all’assistenza in piattaforma. Ho avuto modo anche di consigliare ad altri sindaci di seguire l’esempio di Locri affinché tutto possa essere effettuato al meglio a servizio dei più deboli, solo così il “fiore della speranza” potrà sbocciare》.Ancora la dottoressa Morelli: “Purtroppo il processo di vaccinazione da parte della CRI sarà dettato dalla scarsità di dosi di vaccino a disposizione, che richiedono altresì la necessità di calcolare con precisione il numero di soggetti da vaccinare onde evitare che qualcuno non riceva il richiamo”.E’ fiducioso  il sindaco Calabrese e ha anche fatto sapere che sulla piattaforma di prenotazione dei vaccini viene finalmente data la possibilità scegliere il punto vaccinale di Locri .

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.