Dom. Mag 9th, 2021
Featured Video Play Icon

Dopo anni di profondo stallo, la Città Metropolitana ha consegnato i lavori alla ditta che dovrà provvedere alla completa ristrutturazione. La soddisfazione del sindaco Biasi, “Sarà il primo tassello per una futura cittadella dello sport”

La storia del palazzetto dello sport di Taurianova sembra, evitando scongiuri, avere un lieto fine. Dopo anni di stasi, di progetti e di condizioni strutturali non a norma, insieme ad un susseguirsi di eventi tra meriti e demeriti di chi ha la paternità. Ma l’importante è che questo bene sarà al servizio dei cittadini.
Oggi sono stati affidati i lavori per la ristrutturazione del Palazzetto da parte della Città Metropolitana alla ditta aggiudicataria dei lavori.
Il consigliere metropolitano presente nell’area dove sorgerà il cantiere ha ripercorso le tappe del lungo iter, “contraddistinto da un’interdittiva sopraggiunta sulla ditta che si era aggiudicata l’appalto e da successive lungaggini burocratiche dovute a contenziosi sullo scorrimento della graduatoria”. E che finalmente la Piana si doterà “di un nuovo, grande, punto di riferimento sportivo. All’amministrazione Falcomatà va il merito di aver fornito una risposta concreta ai cittadini che, da molto tempo, attendevano il riavvio dei lavori su un impianto che, per dimensioni e caratteristiche, si distingue in gran parte del comprensorio metropolitano per funzionalità, bellezza e connessione con le esigenze della comunità. Un investimento importante da parte della Città Metropolitana”. Versace, proseguendo ha detto che tale investimento è pari a “800 mila euro, che consentirà di completare un vero e proprio gioiellino dello sport dove poter praticare diverse discipline e consentire alla collettività un serio sviluppo sociale e non soltanto sportivo”.
E che per la la “complessità e la grandezza”, il palazzetto polivalente di Taurianova, “potrà avere un utilizzo extracomunale, consentendo anche ad altre realtà calabresi (…)”.
La storia del palazzetto dello sport di Taurianova è molto annosa perché la sua realizzazione è stata sempre, come dire, impantanata nei cassetti prima della Provincia e che, dalle cronache giornalistiche, troviamo ad esempio nel novembre del 2015, una nota dell’allora assessore provinciale alle attività produttive ed attuale sindaco di Taurianova (per la quarta volta), in cui ringraziava l’allora presidente della provincia Peppe Raffa, “per aver accolto sia le mie richieste che le speranze deluse dei miei concittadini taurianovesi. L’annoso appuntamento con l’ormai noto palazzetto dello sport ha trovato, finalmente, un luogo e un tempo: qui e ora”.
Ed ancora lo stesso Biasi, continua affermando che “Saranno brevi i tempi, dunque, per la definitiva attivazione del tanto atteso centro sportivo. Da taurianovese sogno ed immagino la nascita, in quell’area, di una sorta di cittadella dello sport, che possa coinvolgere non solo la nostra città, ma tutta la Piana e i suoi paesi”.
I lavori riguardavano “la sostituzione della copertura della palestra, il rifacimento della pavimentazione, il rifacimento degli spogliatoi e degli impianti. 900 posti a sedere, 100 posti macchina e relativi spazi di pertinenza. Il terreno di gioco ( polivalente) sarà di 45×30 mt.”


Ma ecco che nel gennaio del 2020, cinque anni dopo, il palazzetto ancora in fase di stallo per delle anomalie strutturali per i quali non era stato possibile fare il collaudo e molte condizioni non a norma di legge. Ma nel gennaio del 2020, sempre dalle cronache giornalistiche che “Dopo quarant’anni di attesa, sono stati consegnati i lavori del palazzetto dello sport di Taurianova”.
Il comunicato stavolta è del sindaco della Città Metropolitana il quale affermava che si trattava di un’opera “da tanto tempo, che ha subito un lungo stop a causa delle notevoli differenze e difformità riscontrate rispetto alle vecchie carte progettuali ormai datate da oltre trent’anni, determinandone l’inevitabile allungamento dei tempi”.
E che all’epoca, erano “trascorsi sette mesi, da quando la città Metropolitana aveva pubblicato il bando di gara, avente in oggetto gli “Interventi di riparazione, ripristino e rinforzo strutturale ai fini della regolarizzazione urbanistica-edilizia e sismica della palestra ‘PA4’ ubicata nel comune di Taurianova (RC)”. E lo stesso Falcomatà nella sua nota dell’epoca, ringraziava per “l’impegno dell’ex consigliere metropolitano, nonché ex Sindaco di Taurianova Fabio Scionti per il decisivo apporto verso questo ambito traguardo. Sono convinto che il palazzetto dello sport taurianovese potrà dare delle risposte, sia alla crescente domanda di eventi sportivi a valenza anche nazionale”.
Oggi invece, con il primo cittadino Roy Biasi viene consegnato alla ditta per i lavori di ristrutturazione sperando che sia la volta buona. I tempi di consegna sono di 365 giorni, come ha voluto precisare Biasi e che tale condizione di sollecito, l’aveva tolta dal pantano egli stesso nel 2015. E che insieme a questa realtà, ci sarò una sorta di cittadella dello sport in quanto è stato presentato all’atto dell’insediamento della sua Amministrazione, un progetto per un bando denominato “sport e periferie” del quale si attende l’approvazione per una cifra pari a 700 mila euro.
Lo stesso Biasi ha voluto anche dare merito all’ex sindaco Fabio Scionti in quanto lo stesso non è rimasto indifferente nei suoi anni di mandato, impegnandosi a favore di un’opera importante per la città.
Nota finale (e correttamente positiva), in uno degli Consigli Comunali, Biasi aveva invitato al taglio del nastro, appena verranno ultimati i lavori del Palazzetto, anche l’ex sindaco Fabio Scionti, in virtù dell’impegno riconosciuto per quest’importante opera sportiva della città. Quest’ultimo, presente oggi nella consegna del cantiere da parte della Città Metropolitana alla ditta aggiudicataria dell’appalto, insieme al sindaco Roy Biasi.
Tutto è bene quel che finisce bene? Eh… speriamo sarà davvero la volta buona…
(GiLar)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.