Ven. Mag 14th, 2021

Mesiti: «Somministrate finora 16mila dosi, con l’apertura dell’hub il traguardo è possibile»

Sono circa 16.000 i cittadini vaccinati finora al Centro di Siderno. Il dato è stato fornito con un pizzico di soddisfazione dal responsabile del Centro, dott. Pasquale Mesiti. «È un dato confortante – ci ha detto – che ci autorizza a sperare che, con l’attivazione del nuovo hub al Palazzetto dello sport, che dovrebbe aver luogo in tempi brevi, ci potrebbe consentire di raggiungere un covid free sul territorio almeno per il mese di giugno. E sarebbe un buon viatico in vista della stagione estiva per cercare di dare ossigeno all’economia oggi decisamente in sofferenza».

In quest’ultima settimana è stato incrementato il ritmo delle somministrazioni, che si sono attestate su una media di circa 200 al giorno tenendo conto anche delle vaccinazioni a domicilio attivate dalla Croce rossa, per i soggetti fragili, che stanno proseguendo abbastanza bene. Ieri l’unità mobile della croce rossa ne ha eseguite un buon numero a Caulonia e nei prossimi giorni si continuerà negli altri comuni che ne hanno fatto richiesta. «Non nascondo – afferma Mesiti – che presso il nostro Centro si potrebbe incrementare il numero dei vaccinati ma questo dipende dalle prenotazioni che vengono effettuate sulla piattaforma online. Abbiamo già segnalato questa possibilità».

Notizie, dunque, abbastanza confortanti, grazie anche al grande lavoro che sta facendo l’equipe del centro composta altre che da Mesiti, è giusto ricordarlo, dai medici Michele Spagnolo, Agostino De Pascale, Renato Marino, Rita Comito, Orlando Fuda e dagli infermieri Gennaro Valenti e Anselmo Carabetta, oltre che al meticoloso lavoro degli amministrativi Paola Sansalone, Maria Pia Gargiulo, Giuseppe Cataldo e Elvira Gargiulo.

Accanto a loro anche i volontari della Croce Rossa, della Protezione Civile e del Cisom che, soprattutto nel momento di maggiore affluenza hanno il loro da fare per far mantenere le distanze e disciplinare ingressi e uscite nel Centro vaccini.

Resta intanto incerta la data effettiva dell’hub del Palazzetto dello Sport. In questi giorni, al suo interno si è lavorato, e si sta lavorando, a ritmo serrato e i locali, secondo indiscrezioni, potrebbero essere consegnati all’Esercito, che dovrà gestire le vaccinazioni, già lunedì prossimo. L’obiettivo era poter cominciare a vaccinare già dal giorno successivo ma la cosa appare poco probabile perché è innanzitutto necessario reperire il personale sanitario (che ancora non è stato definito) e nel contempo avere materialmente i vaccini a disposizione. All’interno del palazzetto è prevista l’attivazione di dieci box, con l’obiettivo di vaccinare 700/800 persone al giorno ma proprio per questo sembra difficile che la vaccinazione vada a pieno regime già nella prossima settimana. Non è escluso, comunque, che si inizi in maniera parziale.

Vedremo tra domani e dopodomani quali saranno le decisioni che saranno adottate. Soprattutto si dovrà anche capire se le vaccinazioni presso il Palazzetto dello sport, in quanto sede hub, riguarderanno solo i cittadini della Locride oppure saranno estese all’intero territorio provinciale.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.