Sab. Mag 8th, 2021

La campagna vaccinale stenta ancora a decollare in Calabria e i cittadini di Polistena e della Piana di Gioia Tauro non trovano le risposte adeguate da un sistema sanitario disorganizzato.
All’inizio della nostra attività assistenza e monitoraggio avevamo evidenziato diverse criticità rispetto alle prenotazioni in relazione agli HUB vaccinali presenti in Piattaforma.
Incredibilmente a parte Taurianova e di recente Palmi, sul territorio della Piana sembra che gli altri comuni non esistano per la piattaforma ministeriale.
Da giorni Polistena non compare e solo oggi si apprende che l’Hub vaccinale istituito presso l’Ospedale di Polistena rischia un grave ridimensionamento che praticamente potrebbe significherebbe lo smantellamento a danno dei cittadini del territorio oltre che di quelli di Polistena costretti a recarsi fuori sede da giorni.
Tutto ciò a pochi giorni dal via alle prenotazioni per gli over 60, cioè quando la platea dei destinatari si è notevolmente allargata e la necessità per la sanità territoriale è quella di incrementare gli spazi di vaccinazione in tutti i comuni del comprensorio.
Il Comitato di monitoraggio chiede all’ASP di Reggio Calabria di istituire un tavolo tecnico con i Comuni dell’Ambito territoriale di Polistena al fine di rilanciare la campagna vaccinale con un’azione sinergica che coinvolga tutti i comuni.
Chiediamo al Commissario prefettizio di Polistena dott. Campini di riconvocare la Conferenza dei Sindaci, evitando contrattazioni singole, poiché il diritto ad essere vaccinati spetta con pari dignità a tutti coloro che risiedono nei comuni dell’ambito nei luoghi che ogni Sindaco aveva opportunamente indicato. Bisognerebbe affrontare in modo serio le vaccinazioni a domicilio e la problematica dei caregiver. Semmai l’esigenza è quella di implementare le squadre delle vaccinazioni con volontari e associazioni che andare a rotazione nei comuni, come pure organizzare dei VAX-DAY in giorni prestabiliti e luoghi ospitali e ampi come il palazzetto dello sport di Polistena mutuando ad esempio ciò che sta avvenendo in altri parti della Calabria.
Polistena e l’ospedale per il quale in molti si affannano a chiederne il potenziamento ma solo alla vigilia delle campagne elettorali, rischia in questa fase di subire un altro duro colpo semmai il disegno di ridimensionamento del centro vaccinale dovesse andare in porto.
La dignità dei cittadini di questo nostro territorio e il diritto alla salute non possono essere svenduti, né essere resi merce di scambio in un momento così drammatico come l’emergenza pandemica.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.