Mar. Giu 22nd, 2021
Featured Video Play Icon

Il gruppo avrebbe utilizzato false autorizzazioni amministrative per attestare che due imprese avessero la disponibilità di impianti autorizzati per il trattamento della spazzatura

Questa mattina, nelle province di Lecce, Taranto, Brindisi, Palermo, Cosenza, Reggio Calabria, Salerno, Napoli e Caserta, i carabinieri del Noe ed i finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Taranto, sono stati impegnati in un’operazione coordinata dalle Direzione distrettuale antimafia di Lecce nell’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 13 persone, ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti su tutto il territorio nazionale e riciclaggio.

Nell’indagine che coinvolge complessivamente 44 persone e un’azienda, ci sono:
Luca Grassi, 48enne di Lecce
Claudio Lo Deserto, 66enne di Lecce
Valerio Marra, 58enne di Alessano
Palmiro Mazzotta, 74enne di Surbo.
Per Lo Deserto e Mazzotta, come disposto dal gip Alcide Maritati, si sono aperte le porte del carcere.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.