Sab. Mag 8th, 2021

Quasi 20 milioni di euro saranno distribuiti dal Ministero della Cultura (MiC) nel triennio 2021-2023 ai 210 istituti culturali privati ma di interesse pubblico che, ex l. 17 ottobre 1996 n. 534, hanno diritto al contributo annuale dello Stato per il 2021-2023. ‘Vincitori’, su 283 partecipanti, sono gli istituti ai quali la Commissione preposta, non avendo riscontrato irregolarità formali né ritardi nell’invio della domanda, com’è invece accaduto in 11 casi, ha attribuito un punteggio almeno pari a 35/100. Sono rimasti fuori in 62 ma, poiché l’elenco degli esclusi non è pubblico, risulta arduo valutare se sia fondata la polemica sulla disomogeneità geografica nella distribuzione delle risorse che vede il Nord fare la parte del leone a discapito del Centro-Sud. Impossibile dire se ciò dipenda dal numero limitato di istituti centro-meridionali che si sono candidati o dal possesso di requisiti insufficienti a consentire loro di raggiungere la soglia minima di 35 punti.
Ben più scabrose, però, sono a mio avviso le conseguenze dell’incremento dei contributi erogati, che non solo ha consentito di accogliere 210 richieste contro le 150 del triennio precedente, ma, per gli istituti già presenti nella tabella 2018-2020, è spesso ben superiore al 100% e spinto fino al picco, in un caso, del 920%. Da qui i 130.000 euro annui (con incremento del 160%) alla “Fondazione Bettino Craxi”, ad esempio, che i più attenti non hanno mancato di stigmatizzare. Personalmente considero ugualmente preoccupanti altre anomalie: esclusioni eccellenti e fin qui non spiegate come la Fondazione “Giuseppe Emanuele e Vera Modigliani” di Roma, ad esempio, ma anche premialità ingiustificate ad istituti che, pur rispondenti ai criteri valutati dalla Commissione, per ragioni di opportunità avrebbero dovuto essere considerati con maggiore prudenza, se non censurati. È quanto chiederò in Commissione “Cultura”, martedì 4 maggio, durante la discussione dell’Atto Governo 251: il parere al quale è assoggettata la tabella dei contributi triennali elaborata dalla direzione generale Educazione, Ricerca e Istituti culturali del MiC.
Sen. Margherita Corrado (Misto Senato – Commissione Cultura)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.