Mar. Ago 9th, 2022
Featured Video Play Icon

Il presidente della Regione a Serra San Bruno per le celebrazioni di Pentecoste

«San Bruno è una colonna del cristianesimo della Calabria. Pur senza essere calabrese, ha scelto questo posto per creare uno spicchio di paradiso sulla terra».

Lo ha detto a Serra San Bruno il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, che oggi ha partecipato ai festeggiamenti di Pentecoste in onore di Santo Bruno.

«Oggi, a prescindere dalla mia devozione a San Bruno e dal forte legame con i certosini – ha aggiunto il presidente –, interpreto la voglia dei calabresi di recuperare la vicinanza alla fede e ai luoghi sacri. La nostra è una terra di santi. Onorare le tradizioni, seppur nel rispetto del distanziamento sociale imposto dalla pandemia, significa ritrovare gli atti di fede e partecipare di nuovo ai momenti più alti della spiritualità».

Dopo le celebrazioni nel Santuario regionale di Santa Maria del bosco, il busto di San Bruno è tornato nella Certosa.

Qui Spirlì è stato accolto dal priore Dom Ignazio Iannizzotto, a cui il presidente ha chiesto di pregare per tutti i calabresi e anche per chi ha l’onere di governare la Regione.

Festeggiamenti San Bruno
Festeggiamenti San Bruno
Festeggiamenti San Bruno
Festeggiamenti San Bruno
Festeggiamenti San Bruno
Festeggiamenti San Bruno

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI