Mar. Giu 22nd, 2021

“In data odierna si è tenuta una riunione dei Capigruppo del Consiglio regionale durante la quale il consigliere regionale e capogruppo di IRIC, Marcello Anastasi, ha posto una serie di questioni urgenti e di chiarimenti necessari, volendo ricercare ancora una volta un comportamento basato sulla leale collaborazione e sul corretto e democratico dialogo.
Anastasi ha evidenziato un forte imbarazzo nei confronti dell’opinione pubblica in merito alla questione dei giornalisti dell’Ufficio stampa licenziati in tronco dopo 35, 31 e 20 anni di ininterrotto servizio e che appare, sotto tutti i punti di vista,”bestiale”. Le decisioni prese contraddicono l’orientamento legislativo e amministrativo del Consiglio di mezzo secolo nel rapporto con i giornalisti. Perciò ho chiesto al Presidente del Consiglio regionale Arruzzolo – afferma il capogruppo di Iric Marcello Anastasi- di portare l’argomento direttamente all’attenzione del Consiglio.
Anastasi, inoltre, ha posto nuovamente il problema dell’azzeramento delle tasse universitarie per gli studenti calabresi e, soprattutto, della mancata adozione di provvedimenti utili che la Regione Calabria avrebbe dovuto da tempo assumere a seguito di una mozione, a sua firma, votata all’unanimità alcuni mesi fa dal Consiglio regionale : ” Non è normale che la politica si riempia la bocca, asserendo che occorre frenare lo spopolamento e la fuga delle migliori giovani energie sulla scia della mozione approvata all’unanimità in Consiglio per azzerare le tasse universitarie, quando poi non provvede a ripartire le somme necessarie per garantire ai genitori monoreddito o disoccupati di pagare le spese universitarie ai loro figli”. Il Presidente Arruzzolo, in merito al rimprovero del minuto chiesto e non ottenuto in Consiglio regionale da parte di Anastasi , ha replicato lasciando intendere “strumentale” e finalizzato alla campagna elettorale, mentre il Capogruppo di Iric intendeva invece porre all’attenzione del Commissario Guido Longo la necessità urgente di una struttura di emodinamica presso l’Ospedale di Polistena, per salvaguardare il più possibile da danni organici e addirittura la stessa vita ai tanti pazienti colpiti da gravi problemi cardio circolatori. A tal riguardo, precisa Anastasi, ho invitato Arruzzolo ad andare a visionare i filmati sulla seduta del Consiglio, per verificare se lo scrupolo avuto nei suoi confronti sul rispetto dei tempi è stato osservato per tutti”. A quel punto, afferma il consigliere di IRIC, “non tollerando oltre l’atteggiamento del Presidente del Consiglio ho ritenuto opportuno lasciare la riunione.” “Purtroppo – ribadisce con rammarico Anastasi – nonostante il momento storico di enorme difficoltà per la Calabria, ho constatato durante la consiliatura la mancanza di collaborazione e il tentativo di svilimento del ruolo del Consigliere e della minoranza in particolare, anche nel mancato rispetto dei tempi e dei lavori del Consiglio regionale. Sono stati adottati provvedimenti senza ossequio per il dovuto iter legislativo e anche l’esercizio del sindacato ispettivo, che, attraverso interrogazioni e mozioni, consente a noi consiglieri di porre all’attenzione del consiglio rilevanti problemi della nostra regione e conoscere le decisioni che il governo regionale intende adottare, non è mai stato tutelato. A questo proposito, chiede da ultimo Anastasi, “è necessario la convocazione di un consiglio regionale per discutere tutte le interrogazioni e mozioni depositate da molto tempo e che non hanno mai ricevuto l’adeguata e opportuna considerazione”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.