Mar. Giu 15th, 2021

“Intervengo in questa sede col cuore, innamorato, come sono, della mia terra e della sua gente, che non merita di avere servizi sanitari inadeguati e inefficienti” – Con queste parole il Consigliere Regionale Raffaele Sainato si è rivolto al Commissario straordinario dell’ASP di Reggio Calabria, sentito in audizione nel corso della seduta del Commissione Consiliare Sanità – “La situazione è drammatica e richiede scelte rapide, incisive e coraggiose. Gli interventi di edilizia sanitaria sono al palo. Abbiamo apprezzato l’accelerazione che lei ha impresso, dopo tanti anni di inerzia, per quanto riguarda le Case della Salute di Siderno e di Scilla e per l’ex INAM di Reggio Calabria. Purtroppo, siamo fermi per le opere che riguardano l’ospedale di Locri e su questo chiedo che l’ASP dia un input significativo all’ufficio del Commissario Figliuolo. Altro tema sul quale si attendono risposte è quello relativo alla mancata attivazione delle tre risonanze magnetiche, inaugurate nei mesi scorsi. Capitolo a parte e drammatico è quello relativo alla situazione dell’ospedale di Locri. Allo stato attuale è poco più di una serie di ambulatori. I reparti, di fatto, non esistono o non sono pienamente operativi. I posti letti sono distribuiti in modo irrazionale o non attivati. Il personale non è stato assunto. Inoltre, non può non segnalarsi la circostanza che l’ospedale, da anni, è ostaggio di una dirigenza inadeguata e dannosa, che frena ogni iniziativa di sviluppo e di miglioramento dei servizi. Su questo fronte urgono decisioni forti, capaci di scardinare vecchie e nuove resistenze. Non è possibile perdere altro tempo e bisogna allontanare i responsabili di questo sfascio”. Sainato ha concluso con un appello al Commissario Scaffidi: “Non si faccia strumentalizzare da chi ha utilizzato e sfrutta la sanità come mezzo per la propria permanente campagna elettorale”. Il Commissario Scaffidi, rispondendo al Cons. Sainato, ha precisato che per quanto riguarda la risonanza magnetica la passata gestione commissariale ha trascurato gli appelli provenienti dagli uffici dell’ASP, finalizzati, con ben quattro note, a mettere in guardia sulla necessità di predisporre una serie di passaggi tecnici, prima dell’inaugurazione delle risonanze. Scaffidi ha assicurato che entro il mese di luglio le tre risonanze magnetiche saranno operative, in quanto in queste settimane si stanno recuperando i ritardi e le inefficienze del recente passato. Il Commissario, poi, ha fatto chiarezza sulla mancata attivazione dei posti letto covid presso l’ospedale di Locri, chiarendo che ciò è stato determinato dall’ostruzionismo riscontrato nell’ambito della direzione ospedaliera e dall’atteggiamento, non sempre chiaro, della istituzioni locali. Tutto ciò ha portato all’apertura del reparto Covid a Melito di Porto Salvo, con conseguente chiusura della pneumologia di Locri. Infine, il Commissario ha assicurato attenzione e presenza sui temi relativi all’edilizia sanitaria e ha garantito che anche sulla gestione dell’Ospedale di Locri sarà messa in atto una forte discontinuità rispetto al passato, mettendo all’angolo quanti ostacolano i processi di cambiamento. A margine della riunione il Cons. Sainato ha voluto ringraziare il Commissario Scaffidi, ribadendo la disponibilità, nell’ambito delle proprie funzioni, a collaborare con Scaffidi e con gli uffici dell’ASP per una versione di tendenza e per un cambio di passo decisivo nell’organizzazione dei servizi sanitari. 

Ufficio Stampa 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.