Lun. Giu 14th, 2021

Si è concluso da poco il Giro d’Italia 2021 con la vittoria del colombiano Bernal, e già si pensa al Giro d’Italia 2022 che dovrebbe partire il 7 o il 14 maggio 2022. Dopo essere scartata nell’ edizione conclusa domenica scorsa, la Calabria dovrebbe tornare protagonista nella corsa rosa, si sono fatte strada la candidature di Crotone e della Sila (con l’arrivo sul Botte Donato), ma si sono fatte avanti anche le candidature di Reggio Calabria e di Riace, motivo ? il 50° anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace (forse i monumenti calabresi più famosi al mondo). Reggio Calabria (dove i bronzi sono ospitati al Museo della Magna Grecia) dovrebbe ospitare l’ arrivo di tappa (o da Riace o dalla provincia di Cosenza) che nel finale avrebbe il Barritieri-Sant’Elia e il Melia di Scilla (salite storiche del Giro della Provincia di Reggio Calabria) con conclusione sul Lungomare Italo Falcomatà o in salita a Gambarie (che ospitò l’arrivo Giro della Provincia di Reggio Calabria nel 1987 dove vinse Tony Rominger). Riace ospiterebbe la partenza di tappa (con arrivo a Reggio Calabria o a Crotone o sul Botte Donato), con il via dal centro storico o dal piazzale del Santuario del Santi Medici Cosma e Damiano e il km 0 a Riace Marina, sul punto esatto dove Stefano Mariottini (un giovane sub dilettante romano) si immerse nel mar Ionio a 230 metri dalle coste della frazione marinara riacese e rinvenne a 8 metri di profondità le statue dei due guerrieri che sarebbero diventate famose come i Bronzi di Riace.

Per Reggio Calabria e Riace il Giro d’Italia sarebbe una ciliegina sulla torta per il 50° anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace. Il Giro d’Italia è una manifestazione sportiva che quest’anno è stata vista da 219 paesi nel mondo e per Reggio Calabria e Riace sarebbe una grande occasione di vetrina televisiva mondiale.

Il Giro 2022 potrebbe essere presentato a metà novembre. Non ci resta che incrociare le dita.

redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.