Gio. Lug 29th, 2021

Natile Superiore è attivo da qualche mese un gruppo di Cittadini denominato “Cittadinanza Attiva” che si interessa del recupero di alcune aree del Borgo, piccolo centro che accoglie i tanti visitatori ed escursionisti diretti nella Valle delle Grandi Pietre, area che insiste nel Parco Nazionale d’Aspromonte, di recente nominata Patrimonio dell’Unesco“Un gruppo spontaneo, costituito per lo più da Donne, oltre che dal Parroco, Padre Beppe Svanera, che si ritrova ogni giovedì, e se serve anche altri giorni della settimana, per pulire e riportare agli antichi splendori alcuni siti, spazi e antiche fontane strappati all’incuria dovuta allo spopolamento, che rappresentano luoghi simbolo del piccolo Borgo. La riscoperta dell’importanza e della bellezza di questi luoghi simbolo è sinonimo di una nuova sensibilità verso la bellezza dei nostri Borghi e della loro storia, ed è iniziativa lodevole da incoraggiare e supportare ogni giorno di più con l’impegno diretto di ciascun Cittadino che abbia a cuore la cura e la sopravvivenza stessa di questi luoghi che rappresentano la nostra storia e la nostra Cultura”, si legge in un comunicato.

“Tanti i buoni propositi e i progetti che questo gruppo vuole portare avanti, nella speranza di riuscire a coinvolgere e sensibilizzare il maggior numero di Cittadini possibile, anche in risposta a qualche vulgata mediatica tesa a gettare discredito su queste comunità che da sempre vivono tra mille difficoltà dovute alla mancanza di infrastrutture e servizi basilari, ma che nel loro piccolo – che piccolo assolutamente non è – danno esempio di impegno e senso civico”, scrive il Gruppo Spontaneo Cittadinanza Attiva di Natile Superiore.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.