Mar. Ago 16th, 2022

S’intitola “Nautilus” la prima opera realizzata dalla neo struttura “Woods”, inaugurata a Locri lo scorso 26 giugno, e che evidenzia il febbrile lavoro di promozione e valorizzazione territoriale già in atto nella stessa. I locali della “Fondazione Woods”, intitolata ai Beatles, sono stati concessi in uso dall’Amministrazione Comunale di Locri, guidata dal Sindaco Giovanni Calabrese, a favore dei Licei “G. Mazzini” di Locri e all’Associazione Brumar. “Nautilus”, un progetto già evidentemente in cantiere da diverso tempo, evidenzia sin da subito lo spirito e la finalità con cui la “Fondazione Woods” intende operare. Partendo dallo slogan “L ‘Arte al servizio del Sociale”, motto promosso con entusiasmo dall’Assessore Domenica Bumbaca, il progetto si presenta al pubblico come un triplice prodotto multimediale. Si parte con l’opera filmica, della durata complessiva di circa un’ora, passando poi per un ricco volume letterario, contenente un romanzo breve in quattro lingue ed una ricca appendice, per terminare con la colonna sonora, basta sui grandi classici della musica italiana, e contenente l’inedito brano “Milano” scritto ed interpretato da Bruno Panuzzo. La stessa colona sonora verrà in seguito diffusa, per la prima volta, oltre che attraverso il classico CD e le piattaforme digitali (come ad esempio Soundcloud. com) sui supporti in vinile (i quali saranno a tiratura limitatissima). Il progetto “Nautilus”, è stato caparbiamente sviluppato dall’artista Bruno Panuzzo con il supporto degli studenti dei Licei “G. Mazzini” di Locri (RC). Va evidenziato il grande impegno, investito sul progetto medesimo, della vice preside dell’Istituto Girolama Polifroni. La storia, ambientata negli anni 70 del secolo scorso tra la Locride e Milano, narra la vita di Rosario: giovane calabrese con sogni artistici molto “grandi” rispetto al territorio in cui vive. La vita di Rosario viene un giorno sconvolta dall’arrivo, nel piccolo paesino locrideo ove il giovane risiede, della bellissima modella milanese Marylou… La narrazione filmica, oltre che a lanciare un messaggio sociale imponete, riverserà un finale inconsueto. L’opera, s’incarica infatti di esportare “senza filtri” le bellezze territoriali, sancendo la collaborazioni fra il mondo dell’associazionismo locrideo, le Istituzioni e la Scuola. “Nautilus” diviene quindi un elemento valido per la promozione territoriale attraverso il sistema del “cine turismo”. Il lungometraggio, filmato in diversi comuni del territorio da Stefano Marra e dallo stesso Panuzzo, si presenta dinamico e vivace. Per tali motivazioni, l’opera, s’incarica, altresì, di divenir uno piccolo strumento di promozione alla candidatura della Locride come “Capitale della Cultura 2025”. Il film sarà presentato in anteprima nazionale il prossimo 25 luglio 2021, alle ore 10,00 a.m. presso il “Cinema Vittoria” di Locri (RC). Il libro box omonimo e la colonna sonora, saranno disponibili dal prossimo mese di ottobre.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI