Lun. Set 27th, 2021

Come ormai è noto, Klaus Davi ha anticipato i nomi dei presunti attentatori del boss di ‘Ndrangheta Franco Benestare, poi confermati ufficialmente dalla polizia. La spiegazione di questo scoop il giornalista l’ha fornita anche al noto settimanale Visto, diretto da Roberto Alessi, che ha dedicato una pagina al massmediologo, con tanto di foto della copertina del suo ultimo libro “I killer della ‘Ndrangheta”: «Da anni oltre alla mia attività di consulente per le imprese faccio il giornalista. E mi occupo in particolare dell’impresa criminale della ‘Ndrangheta. A fine maggio ci fu un incidente definito “sospetto” dalla Polizia di Stato in cui un importante boss della ‘Ndrangheta è stato travolto da un furgone. Poiché da sempre seguo l’attività di quelle famiglie operanti nel quartiere Archi di Reggio Calabria, ma molto attive anche a Milano, mi misi a indagare. In particolare curo una rubrica su TgCom24 (Mediaset) che si chiama “I Fuorilegge Fatti e Misfatti”, condotto da Paolo Liguori. Era evidente che il fatto nascondeva un inizio di faida. Non feci molta fatica perché la sera stessa dell’attentatomi contattò un mio confidente. Un uomo che casualmente avevo conosciuto su una famosa applicazione per incontri gay. Mi volle incontrare e mi raccontò tutto. A poche ora dall’attentato. Questa cosa può fare scalpore perché si pensa che i mafiosi siano tutti super machi. Ma non è così. È una narrazione falsa. L’omosessualità è molto diffusa anche fra le donne», ha scritto Davi su Visto.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.