Dom. Ott 17th, 2021

Il ragazzo era diretto al rifugio di Val Mello ma durante l’escursione si è spostato dalla via che doveva percorrere percorrendone una secondaria

 É stato portato in salvo un escursionista di 29 anni, residente a Paternò Calabro (Catanzaro), bloccato in prossimità di uno strapiombo in Val di Mello, in territorio comunale di Val Masino (Sondrio). L’allertamento per il Soccorso alpino è arrivato a mezzogiorno, per una persona che stava gridando e chiedendo aiuto in un punto del bosco in cui ci sono delle placche di roccia che danno su un dirupo, in un posto molto impervio, a circa 1300 metri di quota. Il gestore del rifugio Rasega lo ha sentito gridare ed è riuscito a capire dove si trovava e così ha chiamato i soccorsi.

Il ragazzo era diretto proprio al rifugio ma durante l’escursione si è spostato dalla via che doveva percorrere. Ha preso una traccia secondaria e si è ritrovato in un posto molto ripido, con le difficoltà aggravate dal terreno reso viscido dalle piogge precedenti. Allora ha cominciato a gridare e a fare segnali luminosi. Le squadre della Stazione Cnsas della Valmalenco sono partite con il mezzo fuoristrada e, nel frattempo, è arrivato sul posto l’elicottero di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) di Sondrio. Il tecnico Cnsas di elisoccorso lo ha recuperato con il verricello e portato a valle.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.